Lavoro

Lavoratori della F.D. senza stipendio. Laricchia (M5S): «AQP adotti linea dura come in passato»

Davanti alla sede di Aqp manifestazione dei dipendenti della società che su appalto gestisce il servizio di monitoraggio e manutenzione delle reti idriche del Bacino Ba 5

Attualità
Bari venerdì 18 ottobre 2019
di La Redazione
Verso la chiusura l'ufficio commerciale di AQP di Ostuni
Verso la chiusura l'ufficio commerciale di AQP di Ostuni © @web

“Esprimo la mia solidarietà ai lavoratori della F.D. Costruzioni, società che su appalto di AqP gestisce il servizio di monitoraggio e manutenzione delle reti idriche del Bacino Ba 5, senza stipendio da 4 mesi. Non è la prima volta che i 20 dipendenti si trovano in questa situazione, visto che già lo scorso anno non hanno percepito stipendio per 10 mesi. AqP e Regione devono fare immediatamente qualcosa”.

Lo dichiara la consigliera del M5S Antonella Laricchia in seguito alla manifestazione dei lavoratori della F. D costruzioni davanti alla sede di Acquedotto Pugliese.

È assurdo - continua Laricchia - che si debba scendere in piazza per il riconoscimento di un diritto e ci aspettiamo la linea dura da parte di AqP, come avvenuto in passato per la società Matarrese, con cui è stato rescisso il contratto per analoghe inadempienze nel bacino Ba 16. Proprio questa rescissione ha permesso a F. D Costruzioni in ati con HTC (di cui fa parte Aedificare, società che ha come Amministratore Delegato il figlio di Simeone Di Cagno Abbrescia) di subentrare nell’appalto a seguito di una sentenza del Consiglio di Stato. Ci uniamo alla richiesta dei sindacati di un netto cambio di rotta da parte di AqP nella gestione degli appalti al massimo ribasso e invitiamo la società a fare il massimo anche in questa occasione. La linea dura non può essere applicata a fasi alterne”

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Maria P. ha scritto il 18 ottobre 2019 alle 16:13 :

    Il Presidente di Aqp preferisce come suo solito le apparenze alla sostanza e ha deciso di festeggiare alla grande i 100 anni, non i suoi ma dell'Acquedotto Rispondi a Maria P.