Il provvedimento

Tribunale penale in via Dioguardi: più posti per parcheggiare l'auto

Decaro: «Con gli uffici tecnici e la Polizia Locale stiamo lavorando a piccoli accorgimenti per migliorare la fruibilità della zona»

Attualità
Bari martedì 08 ottobre 2019
di La Redazione
Il parcheggio Dioguardi
Il parcheggio Dioguardi © n.c.

Pubblicata l’ordinanza con cui si dispongono una serie di provvedimenti relativi alla sosta e alla circolazione nel territorio del Municipio II a seguito dello spostamento degli uffici del tribunale penale e della procura della Repubblica in via Dioguardi 1.

L'amministrazione comunale così amplia l’offerta di aree per la sosta dedicate agli utenti del tribunale penale per garantire una maggiore fruibilità della funzione giudiziaria.

«L’ordinanza - si legge in una nota del Comune - istituisce la sosta con andamento inclinato a 45° rispetto all’asse stradale sul lato destro della viabilità complanare di via Madre Teresa di Calcutta, nel tratto tra via Camillo Rosalba e Viale De Laurentis con direzione verso quest’ultima, e nel tratto tra viale del Laurentis e via Camillo Rosalba con direzione verso quest’ultima. È istituita la sosta con andamento inclinato a 45° rispetto all’asse stradale anche sul lato destro della viabilità complanare di viale Gandhi, nel tratto tra viale De Laurentis e via Giulio Petroni con direzione verso quest’ultima, e nel tratto tra via Giulio Petroni e viale del Laurentiis con direzione di marcia verso quest’ultima.

Nell’area di parcheggio in prossimità di via Dioguardi, invece, sono istituiti 63 spazi di sosta a pettine riservati ai veicoli degli organi di Polizia (Comando Carabinieri, Polizia di Stato, Guardia di Finanza), ai sensi dell’art. 12 del Codice della Strada. Gli spazi di sosta riservati saranno individuati sia mediante segnaletica verticale riportante la scritta “Sosta consentita a particolari categorie” (Fig. II 79/c Art. 120) con Fig. II 110 art.125 “POLIZIA”, sia con segnaletica orizzontale. Saranno, invece, dedicate alle auto di persone con capacità motorie sensibilmente ridotte, munite di regolare contrassegno di parcheggio per disabili, quattro aree di sosta a pettine nell’aera di parcheggio e due aree di sosta in linea in via S. Dioguardi, per un tratto di circa 12 metri. Due aree, invece, saranno riservate alla sosta di cicli e motocicli sempre su via Dioguardi, una lungo il margine destro della carreggiata, tra stradella del Caffè e l’ingresso del Tribunale, per circa 25 metri, e l’altra lungo il margine sinistro della carreggiata a ridosso dell’aiuola posta di fronte all’ingresso del Tribunale, per circa 23 metri».

“Con gli uffici tecnici e la Polizia Locale stiamo lavorando a piccoli accorgimenti per migliorare temporaneamente la fruibilità della zona che da qualche mese ospita il tribunale penale, nella speranza che il ministero proceda speditamente con l’avvio delle procedure per la realizzazione del primo lotto del polo della Giustizia - ha commentato il sindaco Decaro -. Già in passato siamo intervenuti con la pubblica illuminazione e la sistemazione dell’area limitrofa. La nostra attenzione per tutto ciò che riguarda la funzione della Giustizia e le condizioni di fruibilità da parte degli utenti e degli operatori è costante”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 08 ottobre 2019 alle 16:26 :

    Abbiamo capito, si creano difficoltà eimpedimenti alla popolazione a agli utenti al fine di "sollecitare" la costruzione del nuovo Tribunale nel polo delle Casermette, che invece andrebbero restituite alla fruizione dei cittadini. Rispondi a Franco