Il fatto

L’Esercito si allena tra terra e mare

A Bari l’Esercito si allena tra la gente lungo il litorale

Attualità
Bari venerdì 06 settembre 2019
di La Redazione
L’Esercito si allena tra terra e mare
L’Esercito si allena tra terra e mare © n.c.

Il Comando Militare Esercito Puglia ha svolto, in stretta sinergia con il Comando Forze Operative Terrestri di Supporto e con la Brigata Pinerolo, un’ attività podistica non competitiva, aperta a tutti, con lo scopo di consolidare i rapporti tra la cittadinanza e l’Esercito e promuovere lo sport in tutte le sue sfaccettature.

Nella città di Bari, mentre le vele solcheranno le onde, sul litorale che va da “Pane e Pomodoro” a “Torre Quetta”,in occasione del Campionato Italiano Giovanile di Vela in doppio, circa 400 tra militari e cittadini hanno corso e passeggiato con l’Esercito “nelll’allenamento autogestito di corsa”.

Alla corsa, svoltasi anche grazie all’Ufficio Grandi Eventi del Comune di Bari, hanno partecipato, oltre ai militari del presidio, cittadini e associazioni combattentistiche e d’arma, con l’immancabile presenza dell’Associazione Nazionale Bersaglieri e della ASD “Fiamme Cremisi”e del Campus X Sporting.

Ad allietare l’evento le note della Banda della Brigata “Pinerolo” che si esibirà sulla spiaggia di Pane e Pomodoro eseguendo brani della tradizione militare e pop.

All’attività podistica, svolta per la prima volta in contemporanea in 27 città da Bolzano a Palermo, sedi di Reparti del Comando Forze Operative Terrestri di Supporto, hanno partecipato circa 10.000 persone tra militari e civili.

Il Generale di Brigata Giorgio Rainò, Comandante territoriale dell’Esercito in Puglia ha evidenziato che per la Forza Armata lo sport rappresenta una componente essenziale, in quanto indispensabile sia per il mantenimento dell’efficienza operativa sia al benessere psicofisico dell’individuo.

Una bella giornata che ha messo al centro lo sport, sia per terra che per mare, l'esercito difatti ha anche patrocinato l'evento velistico organizzato dal Circolo della Vela di Bari su delega della FIV,

Lascia il tuo commento
commenti