Sport

Stadio San Nicola, giunta approva l'accordo quadro sulla manutenzione

Già nei prossimi giorni andrà in gara la progettazione esecutiva con l’obiettivo di aggiudicare l’appalto entro la fine dell’anno

Attualità
Bari lunedì 26 agosto 2019
di La Redazione
Curva Nord stadio San Nicola
Curva Nord stadio San Nicola © Barilive

Questa mattina, su proposta dell’assessore ai Lavori pubblici Giuseppe Galasso, la giunta comunale ha approvato la delibera che predispone l’accordo quadro biennale per gli interventi di manutenzione straordinaria delle componenti edilizie dello stadio San Nicola.

L’importo complessivo dell’accordo è pari a 1.970.000 euro per il biennio 2019/2020. Già nei prossimi giorni andrà in gara la progettazione esecutiva con l’obiettivo di aggiudicare l’appalto entro la fine dell’anno.

Attraverso questo strumento l’amministrazione comunale intende avviare una serie di lavori sulle strutture edili, con una particolare attenzione alle componenti strutturali in cemento armato, dell’impianto sportivo che ospita la squadra calcistica cittadina, quest’anno impegnata nel campionato di serie C.

Grazie al dispositivo dell’accordo quadro sarà possibile intervenire, in maniera programmata o estemporanea, ogni volta che si presenti una necessità e senza dover ricorrere a singoli affidamenti. Nello specifico, i lavori potranno riguardare la protezione delle superfici in calcestruzzo, i trattamenti di impermeabilizzazione della struttura, la sigillatura dei giunti, il controllo delle componenti in acciaio, alcune opere di ripristino della carpenteria metallica e la verifica e il ripristino degli elementi che costituiscono le passerelle che favoriscono l’accesso alla copertura dello stadio, oltre a lavorazioni edili di qualsiasi tipo.

“Il dispositivo dell’accordo quadro ci permetterà di intervenire tempestivamente sulle criticità strutturali che lo stadio San Nicola, inaugurato nel 1990, presenta in maniera più o meno evidente - dichiara l’assessore Galasso -. Questo era un intervento già inserito nel piano triennale delle opere pubbliche ma, visti i tempi contingentati rispetto all’utilizzo dell’impianto, sarebbe stato difficile programmare un’unica sessione di lavori di manutenzione che avrebbe comportato presumibilmente uno stop alle attività sportive. In questo modo riusciamo ad intervenire in maniera puntuale e continua, senza intralciare le manifestazioni in programma. L’attenzione della giunta e dell’amministrazione comunale sugli impianti sportivi è altissima e non si concentra solo sullo stadio San Nicola: abbiamo migliorato la situazione illuminotecnica del Palaflorio che sempre più spesso ospita eventi sportivi internazionali, negli anni scorsi abbiamo lavorato sulle piscine comunali che prevediamo di migliorare ulteriormente con altri lavori e contiamo presto di avviare gli interventi per la realizzazione del nuovo stadio del rugby a Catino”.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 27 agosto 2019 alle 15:03 :

    De Laurentis avrebbe diritto alla manutenzione straordinaria, come in un normale appartamento locato, se solo pagasse il fitto. E invece non paga nulla e incassa tutto. E pare gli si debba dire pure grazie. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 27 agosto 2019 alle 08:29 :

    Il Comune spende e tanto (2.2 milioni di euro solo per la manutenzione poi ci sarà da sostituire i seggiolini etc etc) e invece De Laurentis incassa con i biglietti, i giocatori, il bar, i diritti televisivi etc etc. E tutto mentre altre e squadre hanno addirittura stadi di proprietà. Nessuno pare aver nulla da obiettare a questo enorme spreco di denaro pubblico. Rispondi a Franco