In Piazza Prefettura - Sabato 1 giugno, dalle 17 a mezzanotte

"Bari Sicura", una festa nel segno della prevenzione e della sicurezza stradale

Sabato il grande evento della Fondazione Ciao Vinny. Ospite serale Pino Campagna. Nel pomeriggio simulazione di incidente e stand sulla sicurezza

Attualità
Bari venerdì 31 maggio 2019
di La Redazione
Ciao Vinny, immagini dall'evento Bari Sicura con le simulazioni di incidenti
Ciao Vinny, immagini dall'evento Bari Sicura con le simulazioni di incidenti © n.c.

Musica, comicità, simulazioni e stand espositivi, tutti con lo stesso comune denominatore: la sicurezza stradale.

Sabato 1 giugno in piazza Prefettura a Bari torna il grande evento Bari Sicura a chiusura del progetto La Cultura della Vita, portato nelle scuole superiori baresi (e non solo) dalla Fondazione Ciao Vinny Onlus. Una vera missione quella che la Fondazione porta avanti da 17 anni occupandosi di formazione tra i più giovani ed educazione ai corretti stili di comportamento su strada. Una iniziativa che promuove tra gli studenti delle ultime classi di scuola superiore la cultura della vita e che mostra, senza mezzi termini, i rischi che si corrono se non si rispettano le regole, indicando, allo stesso tempo come ci si deve comportare per tornare a casa sempre sani e salvi.

Condotto da Mauro Pulpito e Antonello Loiacono, il format di Bari Sicura è collaudato e, come ogni anno, ricco di tante soprese. Si tratta di una giornata interamente dedicata alla sicurezza stradale e alla prevenzione degli incidenti, ma anche una grande festa con la partecipazione delle scuole superiori di Bari che hanno partecipato alla fase preparatoria (nove gli istituti coinvolti su Bari: Perotti; Lenoci; Salvemini; De Nittis – Pascali; De Lilla; Romanazzi; Calamandrei e due in provincia: Volta – De Gemmis di Bitonto e l’ITT Nervi – Galilei di Altamura), insieme alle tante associazioni e realtà locali che si occupano di sensibilizzare i cittadini sul tema, con il patrocinio dell’Asset (Agenzia Regionale Strategica per lo Sviluppo Ecosostenibile del Territorio) e la collaborazione dell’Assessorato alle Politiche giovanili, educative, Università e Ricerca, Politiche attive del Lavoro, Fondi europei del Comune di Bari. La manifestazione si avvale anche della collaborazione e del contributo della Polizia locale di Bari.

"Questa iniziativa conclude un percorso durato tutto l'anno, anzi che dico. Un percorso che non si conclude mai del tutto - spiega Lorenzo Moretti, vice presidente della Fondazione Ciao Vinny Onlus -. Crediamo fortemente nell'azione educativa e di prevenzione che svolgiamo, anche se purtroppo spesso ci sentiamo un po’ troppo soli nel combattere questa battaglia che invece è di tutti - lamenta -. Ci piacerebbe vedere le istituzioni sempre più presenti al nostro fianco, e non solo quando succedono tragedie. C'era un tempo - ricorda - in cui la sicurezza stradale era un pilastro importante per le amministrazioni, a tutti i livelli. Un tempo in cui la sicurezza stradale era un tema caldo e venivano messe in campo tutte le strategie e le risorse necessarie per evitare che il sangue scorresse sulle strade. Adesso è il momento di tornare a lavorare come un tempo. Non possiamo permetterci di aspettare, i nostri ragazzi non possono permettersi di aspettare. Noi siamo pronti, chi vuole può unirsi a noi”.

I numeri infatti sono impietosi. Secondo l'ultima rilevazione ISTAT del 2017 gli incidenti stradali con lesioni a persone in Italia sono stati 174.933, in leggero calo rispetto al 2016, con 3.378 vittime e 246.750 feriti. Tra le vittime aumentano i pedoni (600, +5,3%) e i motociclisti (735, +11,9%), mentre risultano stabili gli automobilisti deceduti (1.464, -0,4%); in calo ciclomotoristi (92, -20,7%) e ciclisti (254, -7,6%). In Puglia nel 2015 si sono registrati 9.524 incidenti con lesioni che hanno causato il decesso di 232 vittime ed il ferimento di 15.634 individui. Nel 2016 sono aumentati: 9.932 sinistri stradali con 254 vittime e 15.768 feriti. L’ultimo anno in cui si era manifestato un aumento dell’incidentalità stradale è stato il 2009 (+6,5% rispetto al 2008) mentre, per la mortalità si deve indietreggiare fino all’anno 2004, quando si registrò un aumento del 2,5% rispetto ai dati del 2003.

Il dettaglio delle iniziative in programma

Gli stand in piazza saranno pronti ad accogliere i visitatori già alle 17, mentre la manifestazione si avvierà alle 19. Presentatori d’eccezione saranno Mauro Pulpito e Antonello Loiacono, a loro il compito di raccontare della Fondazione Ciao Vinny e di accompagnare gli spettatori durante tutto il corso della serata.

La simulazione di un incidente e le fasi di soccorso partiranno verso le 19.15. La chiamata al 118, l’arrivo dei primi soccorritori, gli interventi sul campo: i due presentatori avranno il compito di descrivere minuziosamente tutto quello che succede dal momento dello scontro in poi, intervistando tutti i responsabili dei settori per le diverse aree: dal Comandante Vigili del fuoco a Lorenzo de Napoli, caposquadra dei Vigili del fuoco; ci sarà anche il contributo di Gaetano Di Pietro, responsabile 118, Giacomo Di Corato, medico del 118 e Michele Palumbo, Comandante polizia locale.

Nel frattempo continueranno le attività negli stand in cui si offrono indicazioni, curiosità, percorsi educativi, visori ottici di realtà aumentata su incidenti stradali. Vi è anche un cocktail bar dove gustare gratuitamente dei prodotti e scoprire come divertirsi in serenità.

La fine della simulazione è prevista per le 20 quando sarà il momento dei ringraziamenti a tutti coloro che hanno reso possibile l’evento: l’Officina Catucci che ha fornito le auto, i Vigili del Fuoco, la Polizia Locale di Bari, le associazioni di volontariato Cellammare e Barivol e tutti gli attori, prestati nella simulazione.

Alle 20.15 il primo momento con la comicità in compagnia di Carlo Maretti, a seguire, verso le

20.30 sarà la volta della presentazione del premio Nicola Marzulli – La Cultura della Vita 2019 promosso dalla FONDAZIONE CIAO VINNY ONLUS e dedicato alla memoria di Nicola Marzulli, comandante della Polizia Locale di Bari scomparso improvvisamente due anni fa e che da sempre sosteneva le attività della Fondazione Ciao Vinny. Verranno premiate le campagne di comunicazione realizzate dagli studenti degli istituti superiori aderenti al progetto.

I lavori vincitori sono stati scelti da una giuria composta da Nani Campione, Isabella Maselli, l'assessore alle Politiche Giovanili del Comune di Bari, Paola Romano, Luca Rutigliano, amministratore di Promostudio 360, la giornalista Alessandra Montemurro di Mila Uffici Stampa come esperti in comunicazione, e Lorenzo Moretti, per la Fondazione Ciao Vinny Onlus.

Oltre alla targa ricordo, i vincitori avranno l’iscrizione a una giornata di formazione sulle preparazioni per il beverage messa in palio dalla scuola Bari Bar Project.

La serata prosegue con l’esibizione del gruppo vincitore del Premio Bucci, Walter Celi. A chiudere l’intera manifestazione non poteva mancare il divertimento e la musica: ecco che i primi ad esibirsi sono le Simpatiche Kanaglie, seguite dal secondo sketch di Carlo Maretti. Verso le 21.50 è prevista l’esibizione di Liga 2.0 mentre alle 22.10 salirà sul palco il travolgente Pino Campagna. Alle 22.30 la musica di Urban Soul accompagnerà fino a mezzanotte la fine della serata.

Durante tutto il pomeriggio, inoltre, l’area di piazza Prefettura sarà occupata dagli stand di associazioni partner che coinvolgeranno il pubblico in attività esperienziali:

- Aci, Automobile Club d’Italia metterà a disposizione dei ragazzi un simulatore che permette di provare le sensazioni in stato di ebbrezza.

- Barproject Academy, scuola barese punto di riferimento nella formazione per il bartending e la caffetteria, all’interno del loro stand allestiranno un Experience Bar dedicato ai “mocktail”, l’alternativa analcolica ai tradizionali cocktail. Barproject inoltre parteciperà alla premiazione mettendo a disposizione del vincitore una giornata di formazione sul Detox (tè, tisane, superfood, smoothies, estratti, centrifugati ecc.), organizzata in collaborazione con Terza Luna

- Hostess della Fondazione Ciao Vinny Onlus gireranno per tutto lo spazio interessato dall'iniziativa invitando i partecipanti a scattare una fotografia in ricordo della giornata e a pubblicarla sui profili social della Fondazione con gli hashtag ufficiali #barisicura #ciaovinny #ciaovinny23

- Associazione Mimmo Bucci che da anni si occupa di sicurezza stradale e impegno civile, coinvolgeranno il pubblico in un gioco interattivo sul senso della velocità.

- aMichi di Michele Visaggi, affronterà in chiave originale il tema della sicurezza stradale

- Angeli Ribelli, che si occupa di sensibilizzare sul tema sicurezza stradale

- Accelerate piano, che fornirà dei simulatori di guida

- Stayin Alive, che diffonde la cultura medica, simulerà un intervento di pronto soccorso e rianimazione cardiopolmonare (BLSD)

Parteciperanno, inoltre, con i loro stand informativi anche Polizia Stradale, Polizia Locale, nei quali hanno fornito simulatori di guida, volanti con etilometro, strumenti per rilevare la velocità e segnaletica stradale; CAPS, centro di aiuto psico sociale per la sensibilizzazione e prevenzione di comportamenti a rischio.

Un ringraziamento speciale va, da parte della Fondazione Ciao Vinny Onlus a: associazione di volontariato Barivol, volontari del Soccorso e Protezione Civile di Cellamare, volontari del nucleo operativo della Protezione Civile Poseidon e Mila Uffici Stampa.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 01 giugno 2019 alle 16:17 :

    Più che il Festival la Sagra dell'incidente stradale con tanto di presentatore, musica, stand e settscolarizzazione dell'incidente, dei soccorsi e dei rilievi.Tutto condito con un pizzico di retorica che in questi eventi non manca mai. Rispondi a Marco

  • Franco ha scritto il 31 maggio 2019 alle 08:46 :

    L'iniziativa è lodevole, ci mancherebbe, ma rischia di non individuare le vere cause degli incidenti e quindi alla fin fine di essere poco utile. Mi riferisco a velocità ed alcool e "sostanze" o tutte e due le cose insieme che sono un mix pericolosissimo specie il sabato (o il venerdì) sera. Se non si fanno campagne contro l'abuso di alcool e stordimento di vario genere tutte le altre info rischiano di essere solo coreografia o autopromozione delle categorie che "lavorano" sugli incidenti. Rispondi a Franco

    Marco ha scritto il 31 maggio 2019 alle 13:39 :

    Da quello che leggo più che una campagna informativa mi sembra il "Festival dell'incidente stradale" con tanto di stand pubblicitari. Rispondi a Marco