Economia e lavoro

Allarme tra gli operai della Bosch: «A rischio per la crisi del diesel»

A lanciare l'allarme il segretario nazionale Fiom Cgil Michele De Palma: "Subito un incontro tra istituzioni, sindacati e azienda"

Attualità
Bari mercoledì 20 febbraio 2019
di La Redazione
Stabilimento Bosch Bari
Stabilimento Bosch Bari © n.c.

C'è preoccupazione per il livelli di occupazione nello stabilimento Bosch di Bari in conseguenza della crisi del mercato del diesel.

A lanciare l'allarme, attraverso una nota diffusa in giornata, è Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil.

«Si è tenuto ieri l’incontro con Bosch Italia - riferisce De Palma - e siamo fortemente preoccupati dall’impatto negativo che l’andamento del mercato del diesel sta avendo sullo stabilimento di Bari. Le lavoratrici e i lavoratori di Bari in questi anni hanno già pagato un prezzo molto alto. In questi mesi stiamo lavorando con Bosch Italia per salvaguardare l’occupazione e la produzione anche attraverso la solidarietà degli stabilimenti emiliani di Nonantola e Vezzano che stanno dando prova di grande responsabilità. Ma è del tutto evidente che non basta". "Riteniamo urgente - chiede dunque De Palma - che le istituzioni, Regione Puglia e Mise, si incontrino insieme con l’azienda e i sindacati per affrontare la complessità della situazione».

Lascia il tuo commento
commenti