Prevenzione

Grande adesione a 'Open Test': 150 baresi hanno fatto il test HIV in centro

L'iniziativa rientra nella campagna 'C'HA DITT U' DOTTOR? TE FA’U’TEST!'. Esauriti i test salivari a disposizione

Attualità
Bari domenica 10 febbraio 2019
di La Redazione
Open Test a piazza del Ferrarese
Open Test a piazza del Ferrarese © n.c.

Ieri a piazza del Ferrarese, ANLAIDS Sezione Lombarda ha organizzato “C'HA DITT U' DOTTOR? TE FA’U’TEST!”, una serata all’insegna della prevenzione dalle infezioni sessualmente trasmissibili che ha offerto la possibilità di effettuare gratuitamente il test salivare rapido HIV, alla presenza di medici infettivologi in servizio presso Malattie Infettive del Policlinico Universitario di Bari.

La serata è stata realizzata in collaborazione con Comitato Regionale A.S.C. PUGLIA (A.S.C. BARI - Attività Sportive Confederate) nella persona del Suo Presidente, Avv. Elena Cuccovillo, Clinica Malattie Infettive Policlinico di Bari diretta dal Prof. Gioacchino Angarano e insieme a Medici con l'Africa – CuammBari, con il suo referente Dott. Francesco Di Gennaro, che hanno coordinato l’evento sul territorio.

“OPEN-TEST” è un progetto giunto alla sua seconda edizione e realizzato grazie al cofinanziamento ricevuto da M∙A∙C AIDS Fund nel 2018, arrivato per la prima volta in Puglia: “C'HA DITT U' DOTTOR? TE FA’U’TEST!” ha ricevuto il patrocinio della Regione Puglia e del Comune di Bari.

In Piazza del Ferrarese hanno fatto il test 150 persone, esaurendo così i kit salivari disponibili per la serata: chi non è riuscito ad accedere all’iniziativa ha prenotato la consulenza al Policlinico nei prossimi giorni.

Dalle 8 di sera fino alle 3 del mattino la coda davanti allo spazio allestito da Analids è stata costante: "Non possiamo che ringraziare la città per la bellissima risposta” - commentano Carmine Falanga e Donatella Mainieri responsabili Anlaids di questo progetto - “grazie anche per l'attenzione mediatica e istituzionale che ci è stata riservata".

Il progetto OPEN-TEST - creato da Anlaids (Associazione Nazionale per la lotta contro l’Aids) Sezione Lombarda e cofinanziato da M∙A∙C AIDS Fund – sta affrontando con ogni mezzo la questione della prevenzione dell'HIV rendendo le persone consapevoli del loro status: con un focus particolare sulle categorie maggiormente esposte al rischio di infezione e attraverso la promozione dell’esame, considerato come la chiave per espandere la prevenzione, il trattamento e la cura, OPEN-TEST punta a diffondere la cultura del test HIV e ad aumentare la consapevolezza e la conoscenza delle persone a rischio infezione, portandole così a controllarsi regolarmente.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Franco ha scritto il 10 febbraio 2019 alle 23:33 :

    È davvero incredibile, a meno che non l'abbiano fatto solo per passatempo, che tante persone che temono di avere l'Hiv e quindi potrebbero trasmetterlo ad altri, facciano il test per strada e non in un laboratorio di analisi. Prima dell'iniziativa insomma. Rispondi a Franco