Il fatto

Viminale: "Il Cara non chiude". Sisto (FI): "L'esecutivo improvvisa"

Anche il sottosegretario Sibilia smentisce le voci di chiusura del centro di accoglienza che ospita 507 migranti. Ma per l'opposizione rimangono i dubbi

Attualità
Bari sabato 09 febbraio 2019
di La Redazione
Il Cara di Palese
Il Cara di Palese © n.c.

Ad oggi non risulta programmata la dismissione del centro di accoglienza sito nel comune di Bari Palese che attualmente ospita 507 migranti, di cui 14 nuclei familiari".

E' la risposta che il sottosegretario Carlo Sibilia ha dato all'interrogazione con risposta immediata in commissione Affari costituzionali presentata dal parlamentare pugliese di Forza Italia Francesco Paolo Sisto, che chiedeva lumi sul futuro del Cara di Bari Palese.

"In ogni caso – ha aggiunto Sibilia – per i richiedenti asilo già accolti in strutture viene disposto il trasferimento in altri centri di accoglienza, in modo da assicurare una equilibrata dislocazione sul territorio, mentre per tutti coloro che sono in possesso dei requisiti necessari – titolari di protezione internazionale, minori stranieri non accompagnati e titolari dei permessi per casi speciali previsti da dl 113 del 2018, viene disposto il trasferimento nella rete del Siproimi (ex Sprar)”.

La risposta - ha replicato Sisto - non chiarisce se in prossimo futuro si intendo o no dismettere il Cara di Bari, evidenziando quindi l’instabilità, la mancanza di programmazione, nonché l’estemporaneità delle scelte dell’esecutivo su tale delicata materia che appaiono preoccupanti per una città come Bari, al quale, come il suo territorio e larga parte del Meridione, ha subito il primo impatto dei flussi migratori”.

Anche la candidata sindaca del Movimento Cinque Stelle Elisabetta Pani nei giorni scorsi aveva smentito le voci di una prossima chiusra del centr di accoglienza.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Ennio Romolo Epifania ha scritto il 11 febbraio 2019 alle 08:00 :

    Siamo Tutti Migranti! per definizione da sempre per sempre. Accoglienza! non c'é altra soluzione. Abbiamo l'obbligo morale di riconsegnare ai nostri figli un mondo migliore dove si possa tutti circolare liberi di trovare occasione di migliorare sempre le condizioni della propria vita che si é scelti di vivere. No! ai campi di concentramento. No! a detenzione preventiva. Liberi Tutti! Rispondi a Ennio Romolo Epifania

  • Franco ha scritto il 09 febbraio 2019 alle 18:52 :

    Qui a Bari in vista delle elezioni pare che tutti i candidati vogliano appuntarsi sulla giacca la stella al merito del mantenimento del Cara, forse per garantirsi i voti di quelli che ci lavorano. Ormai scomparso dai radar l' annoso problema dei costi di queste strutture e degli appetiti che la spesa per i Cara genera. Rispondi a Franco