Trasporti

Fal, Cavallo rinuncia a incarico in cda

Era stato nominato dal Ministro dei Trasporti, ma è imputato a Lecce in un processo per una presunta truffa

Attualità
Bari giovedì 20 settembre 2018
di La Redazione
Un treno delle Ferrovie Appulo Lucane.
Un treno delle Ferrovie Appulo Lucane. © LiveNetwork

"L'avvocato Francesco Cavallo ha decisione di non accettare l'incarico nel Cda delle Ferrovie Appulo Lucane, per una questione di opportunità. Cavallo, dunque, non è effettivamente mai entrato a far parte del Cda delle Fal".

Lo annuncia il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti precisando - riferisce l'Ansa - che il cda verrà completato al più presto. La nomina di Cavallo ha, infatti, suscitato polemiche in quanto Cavallo è imputato a Lecce in un processo per una presunta truffa dell'associazione antiracket del Salento.

"Il nuovo presidente che guiderà il rilancio della società - è detto in una nota - l'avv. Rosario Almiento, è una personalità che pur avendo già ottenuto la fiducia delle istituzioni territoriali per le sue capacità, non è riferibile a nessuna area politica".

"Il rinnovo del Cda delle Fal servirà a rilanciare quanto fatto finora e non pregiudicherà in alcun modo gli investimenti pubblici già utilizzati e stanziati, con particolare riferimento ai lavori per Matera capitale europea della cultura 2019. Auspichiamo che il rinnovamento sia accompagnato dagli intenti di collaborazione istituzionale con i governi regionali che il Ministero non ha mai negato e che qui conferma".

Lascia il tuo commento
commenti