Hanno trovato il quarto, un chitarrista nuovo per continuare a vivere la loro leggenda

Un thè con i Quarrymen

Fra libri e spartiti, i Fab Four made in Bari (con una propaggine ad Altamura), si raccontano e ci raccontano di come si vive di musica e per la musica

Attualità
Bari giovedì 05 aprile 2007
di La Redazione
I Quarrymen
I Quarrymen © quarrymen

Prosegue il nostro appuntamento multimediale fra gli scaffali della Libreria Laterza.

 

Eccoci con Antonio Tuzza and company, dopo la prima puntata di giovedì scorso. Musica e non solo,  per un gruppo di artisti che, fra i migliori d'Europa, non si limitano a ripercorrere le vie dei Beatles che pure adorano, ma si propongono innanzitutto come seri professionisti di un'arte che, noi lo crediamo fermamente, salverà il mondo.

Di loro abbiamo già avuto modi di dire che non sono una semplice Tribute Band degli inarrivabili Fab Four: sono i Quarrymen con uno spirito ed una strada loro propri.

Anche per questa puntata, ringraziamo l'Accademia del Cinema di Enziteto e Mario Bucci in particolare che ha curato la supervisione alle riprese e al montaggio. L'Accademia del Cinema di Enziteto è una delle realtà di Bari di cui siamo maggiormente orgogliosi e con cui abbiamo stabilito una splendida partnership.

I Quarrymen sono Antonio Tuzza, Renato Ciardo, Alessandro Loprieno, Gianfranco Traetta. Buona visione.

Lascia il tuo commento
commenti