Campagna vaccinale

35mila dosi di vaccino in distribuzione a medici di base e somministrazioni in 11 scuole del Barese

A questi si affiancano 20 hub attivi con 146 box vaccinali disponibili, così da soddisfare anche le necessità di chi deve ricevere la prima somministrazione

Attualità
Bari mercoledì 24 novembre 2021
di La Redazione
35mila dosi di vaccino in distribuzione a medici di base e somministrazioni in 11 scuole del Barese
35mila dosi di vaccino in distribuzione a medici di base e somministrazioni in 11 scuole del Barese © n.c.

Venti hub attivi, 146 box vaccinali disponibili, 35mila dosi in distribuzione ai medici di Medicina generale: sono i numeri della campagna vaccinale nel Barese per la terza dose. L'Asl Bari sta infatti mettendo in campo tutte le risorse necessarie per rispondere all’incremento di richieste per i 'booster', ma anche per offrire la vaccinazione a chi in queste ore ha scelto di ricevere la prima. Nel Barese sono quasi 2.750 le somministrazioni eseguite nelle sedute mattutine odierne, mentre ieri ne sono state effettuate 5.686 nell’intera giornata, con 4230 terze dosi e quasi 400 prime. Nel mese di novembre sinora sono stati inoculati oltre 73mila vaccini anti-Covid, mentre il computo delle sole terze dosi sfiora le 79mila unità. Continua nel frattempo anche l’attività di vaccinazione dedicata agli operatori scolastici: nella giornata di domani, 25 novembre, ben 11 istituti saranno coinvolti in diverse sedute tra l’Hub Fiera (Istituto Comprensivo Grimaldi Lombardi e Preziosissimo Sangue) e Catino a Bari (Il Labirinto – Nido, Scuola dei Fiori, Simpatiche Canaglie, Scuola dell'infanzia Heidi, New Snoopy e Comprensivo Falcone-Borsellino), a Triggiano (Liceo Cartesio) e Capurso (Asilo nido Villa Colle e Comprensivo San Domenico Savio-Montalcini). Al lavoro anche i Distretti, impegnati su tutto il territorio nell’approvvigionamento di vaccini per i medici di medicina generale: sino al 25 novembre sono in distribuzione flaconi per circa 35mila dosi. Un quantitativo sufficiente per potenziare su vasta scala la quota di richiami e prime dosi riservati ai pazienti fragili, anziani e soprattutto non deambulanti.

Lascia il tuo commento
commenti