Il provvedimento

Aggiudicato il bando per lo spettacolo dedicato agli eventi nicolaiani da trasmettere in tv

Ad aggiudicarsi la realizzazione dello spettacolo è il Gruppo Ideazione s.r.l.. per l’importo complessivo di  40.935 euro

Attualità
Bari lunedì 19 aprile 2021
di La Redazione
San Nicola
San Nicola © Gianni Spina

La procedura per l’affidamento dei servizi di ideazione, realizzazione, organizzazione e gestione integrata della manifestazione dedicata agli eventi nicolaiani nella giornata del 7 maggio prossimo è stata aggiudicata in via definitiva in favore del Gruppo Ideazione s.r.l.. per l’importo complessivo di  40.935 euro.

Il progetto - con la direzione artistica di Antonio Azzallini e la regia di Nicola Valenzano - celebra il rito della traslazione delle reliquie di San Nicola con l’adattamento di una commedia di Vito Maurogiovanni, “Nicolaus (e venne dal mare)”, a cura di Nicola Valenzano.

Lo spettacolo si comporrà di sei quadri intervallati da musiche e coreografie. Sul palco, addossato alla scalinata della Basilica, si muoveranno attori e danzatori della compagnia Badatea supportati da un narratore il cui compito sarà quello di rievocare gli eventi salienti della leggenda fungendo da trait d’union tra i diversi quadri della rappresentazione. La narrazione darà voce al popolo barese che incoraggia i marinai a compiere l’impresa mentre l’abate Elia, che accoglierà le ossa del santo, ripercorre la vita e le opere di San Nicola evidenziando tre dei più famosi miracoli attribuiti al santo patrono.

Sul palco comparirà simbolicamente la caravella che nel 1087 portò a Bari le reliquie del santo di Myra, mentre a ridosso del Portico del Pellegrino tre pedane ospiteranno un gruppo di orchestrali.

Lo spettacolo avrà una durata complessiva di 90 minuti e sarà ripreso e trasmesso in diretta in prima serata da Telenorba con la regia di Maurizio Ventriglia e la produzione esecutiva della Ismaele Film.

A causa della pandemia - commenta l’assessora alle Culture Ines Pierucci - anche quest’anno il 7 maggio non potremo vivere l’emozione del Corteo storico di San Nicola ma, pur di non rinunciare alla celebrazione dell’evento più fortemente identitario della nostra città, abbiamo scelto di optare per uno spettacolo dal vivo che coniughi tradizione e creatività, mettendo in scena alcuni dei momenti topici della storia del santo che tutti i cittadini potranno seguire in diretta televisiva. Un modo per sostenere, in questo momento particolarmente difficile, gli operatori culturali e per offrire al contempo alla città un’iniziativa culturale che sia di buon auspicio per tornare quanto prima a vivere insieme l’appuntamento più atteso dalla nostra comunità”.

L’aggiudicazione di questo appalto è un onore oltre che un piacere - sottolinea Christian Calabrese, presidente del Gruppo Ideazione - e per me rappresenta, come valore intrinseco, il simbolo della rinascita e un piccolo segno di ritorno alla normalità nel rievocare la traslazione delle reliquie. Ad accompagnarmi in questo lavoro sarà l’attore e regista Nicola Valenzano, che si occuperà di allestire lo spettacolo guidando attori e danzatori. Come lo scorso anno, la città di Bari non potrà vivere la festa di San Nicola nel modo in cui è sempre stata abituata a viverla ma il nostro progetto mira comunque a trasmettere ai baresi il calore di una rievocazione fedele alla storia. Siamo già al lavoro per predisporre l’organizzazione inerente sia gli aspetti tecnici sia quelli artistici”.

D’accordo con Christian Calabrese e con tutto il gruppo impegnato nello spettacolo, vorremmo dedicare questo evento non solo al nostro santo patrono ma anche a un artista che di San Nicola è stato sempre devoto, Gianni Colajemma, che negli anni passati ha avuto l’onore di dirigere il Corteo storico - conclude Nicola Valenzano -. La sua scomparsa è una perdita per tutta la nostra comunità e il prossimo 7 maggio sarà ancora più emozionante perché lo sentiremo idealmente vicino mentre porteremo in scena una riscrittura della commedia di Vito Maurogiovanni, che anche Gianni aveva rappresentato in passato. Ringrazio la famiglia Maurogiovanni che ci ha concesso di lavorare su questo testo straordinario”.

L’intero spettacolo sarà realizzato nel rispetto del protocollo condiviso per la tutela dei lavoratori del settore cine-audiovisivo del 7 luglio 2020 per evitare il rischio di contagio da covid 19. Lo spettacolo si svolgerà in assenza di pubblico.

 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Marco ha scritto il 19 aprile 2021 alle 21:27 :

    Il sindaco Decaro per evitare assembramenti ha vietato la partecipazione alle tradizionali messe di San Nicola il 6 dicembre e a maggio ma non ha fatto nulla in questi giorni per impedire gli assembramenti nell'hub vaccinale del PalaCarrassi. Potenza del vaccino. Rispondi a Marco

  • Maria P. ha scritto il 19 aprile 2021 alle 17:55 :

    Qualcuno dovrebbe poi spiegarci perché lo spettacolo su San Nicola è vietato al pubblico, anche quello a numero chiuso mentre stamattina al PalaCarrassi c'erano centinaia di persone assembrate. E nessuno è intervenuto solo perché attendevano il vaccino. Rispondi a Maria P.

  • Franco ha scritto il 19 aprile 2021 alle 15:51 :

    Sembra una frase buttata lì, come se niente fosse "lo spettacolo di svolgerà un assenza di pubblico" come se uno spettacolo possa definirsi tale in assenza di chi lo guarda, dello spettatore. Non possiamo abituarci a questo. Non possiamo dare corda e spazio a eventi streaming. Quando poi vediamo assembramenti spettacolari fuori gli hub vaccinali senza che nessuno abbia nulla da ridire. Rispondi a Franco