Verso il voto

Bari, Europa. I 5 stelle in piazza

Comizio sabato in via Sparano. Nicola Morra, Lello Ciampolillo e Vincenzo Madetti sugli obiettivi per le prossime scadenze elettorali

Politica
Bari lunedì 24 marzo 2014
di La Redazione
Morra, Ciampolillo e Madetti
Morra, Ciampolillo e Madetti © Fabio Leli

Nicola Morra, Lello Ciampolillo e Vincenzo Madetti. Comizio del Movimento 5 stelle sabato in via Sparano.

Europa e Bari al centro dell'appuntamento, in vista della doppia scadenza elettorale. I grillini sono convinti di raggiungere «un risultato eccellente, che consentirà di portare a Strasburgo l'idea di Europa dei popoli e non delle banche, cavallo di battaglia del MoVimento».

Gli strali dei seguaci di Beppe Grillo si sono abbattuti sulla Banca centrale europea e sul fiscal compact. E a Bari sulla gestione della raccolta differenziata da parte dell'assessore Maugeri e «la incongrua realizzazione delle piste ciclabili da parte di Antonio Decaro». Critiche aperte al sindaco Emiliano sulle vicenda dell'ex caserma Rossani e di Punta Perotti.

«Il rapporto tra amministratori e cittadini necessita - secondo Madetti - di un radicale cambiamento per una gestione partecipata alla democrazia, per ribaltare il sistema che la vecchia politica ha instaurato negli ultimi decenni, appropriandosi indebitamente del bene pubblico».

A livello regionale, il movimento si interroga sulla questione ancora irrisolta della privatizzazione dell'Acquedotto Pugliese. Ciampolillo ha raccontato di aver presentato una proposta di legge, perchè l'Aqp tornasse pubblico e di averla sottoposta a  quelle forze che, come Sel, aveva ritenuto dovessero sostenerla. ~La risposta negativa ottenuta da parte dei rappresentanti in Parlamento del partito del presidente Vendola - commentano i grillini - è stata un'ulteriore dimostrazione, se mai ce ne fosse ancora bisogno, che non basti definirsi Ecologisti nel nome del partito, per esserlo poi davvero».
 

Lascia il tuo commento
commenti