Tre appuntamenti pomeridiani dedicati alle esigenze delle neo famiglie

“9 mesi e 1/2 - al cinema con il bebè ”

Organizzata da " Come nasce una mamma " in collaborazione con il Multicinema Galleria

Cultura
Bari martedì 08 ottobre 2013
di Marianna Cea
Locandina
Locandina © Barilive.it

Da oggi per le neo mamme e i neo papà andare al cinema con i loro bimbi non sarà più un sogno nel cassetto.

Dopo lo straordinario successo della prima edizione , torna a Bari, questo venerdì," 9 mesi e 1/2 - al cinema col bebè ", la rassegna cinematografica dedicata a mamme e bimbi.

Organizzata da “Come nasce una mamma” in collaborazione con il Multicinema Galleria di Bari, "9 mesi e 1/2" è  infatti l'unica rassegna cinematografica pugliese in grado di portare mamme in allattamento con bimbi anche piccolissimi in una sala di proiezione.

Tre appuntamenti pomeridiani grazie ai quali le  neo famiglie potranno trascorrere un bellissimo pomeriggio al cinema con i loro bimbi  senza doverli lasciare a casa .

Per questo , per andare incontro alle loro esigenze  verrà allestita una sala cinematografica "ad hoc "; luci soffuse, volume ridotto,una zona cambio e un parcheggio passeggini .

Queste sono solo alcune delle sorprese che verranno riservate alle neo mamme  rendendo così unico e speciale il loro pomeriggio "in famiglia ".

La serata inaugurale è venerdì 11 ottobre  con " l’ Aspirante vedovo"  di Massimo Venier con Fabio De Luigi e Luciana Littizzetto (spettacolo unico alle 16,30).

Secondo e terzo appuntamento venerdì 15 novembre (Sole a catinelle di Gennaro Nunziante con Checco Zalone )  e venerdì 13 dicembre (Un fantastico via vai di Leonardo Pieraccioni con Leonardo Pieraccioni, Maurizio Battista e Marianna Di Martino).

"Questa rassegna è solo il primo tassello del nostro impegno affinché la nostra città possa diventare “amica delle mamme e dei bebè” - ha dichiarato Benedetta  Maffia, ideatrice insieme a Serena Fortunato di "comenasceunamamma.it",un blog nato con lo scopo di sopperire all'assenza di luoghi fisici in cui persone che vivono le stesse esigenze e paure possono riunirsi e confrontarsi .

" Come nasce una mamma " - continua  Benedetta Maffia - " ha  un obiettivo a lungo termine: desideriamo infatti attuare cambiamenti sociali e strutturali nell’ambiente in cui viviamo  abbassando l'ottica delle persone e delle amministrazioni ad altezza di bambino , perché  una città adatta ai bambini è una città dove tutti vivono bene”.

Non c'è allora che augurare una buona visione alle neo famiglie .

Lascia il tuo commento
commenti