Bene e male? Tutte le sfumature tra 'Bianco e Nero'

FIlippo Gigante, scrittore esordiente, racconta la sua opera prima

Cultura
Bari mercoledì 11 maggio 2011
di Nicola Andrisani
©
Contrapposizioni, ying e yang, spiritualità interiore.

Un romanzo moderno sa come affrontare tematiche complicate, specie se riferite al mondo dei giovani, in continuo mutamento, ma talvolta ancorato a valori che credevamo perduto come l'amore, l'affetto e la profondità interiore. Uno spruzzo di bianco in un mondo nero.

E 'Bianco e Nero' (edito dalla napoletana Boopen) è proprio il titolo dell'opera dell'esordiente Filippo Gigante, barese di origine che vive tra i trulli di Alberobello.

Libro avvincente, adatto ai più giovani ma non solo, promosso anche in modo innovativo e originale. Gigante illustra così la sua opera prima: "E' un percorso di vita raccontato dal protagonista, il giovane Alex, che a un certo punto della sua esistenza perde il papà e inizia a vedere le cose abbastanza nere anziché bianche, nonostante abbia tanti amici che lo sostengono".

Al posto dei capitoli si susseguono i 'respiri': "Anzichè scegliere il solito capitolo - ha spiegato Gigante - , ho voluto dare un nome diverso. Il respiro fa parte della vita e ogni respiro porterà a un qualche cambiamento nel libro. Anche perché nel leggere la lettura dovrebbe essere affannosa. Lo stesso affanno ricorda un respiro più forte, come quello della nascita, il venire al mondo".

Il romanzo si snoda attraverso la sottile linea che separa bene e male, concetti analizzati proprio dall'autore: "Chi siamo noi per decidere cosa siamo?. Per me il bene è qualcosa che se condiviso porta a un traguardo. Il male è il contrario. Il condividere qualsiasi cosa è un bene, non un male. E’ saper trovare anche qualcosa di positivo quando siamo ciechi nel vederlo. E’ una concezione nascosta. Molti ragazzi dell’età del protagonista si ritrovano persi nelle scelte".

'Bianco e Nero' si legge tutto d'un fiato ed è arricchito dalle incantate illustrazioni 'zen' di Davide Gigante, fratello dell'autore. Attualissimi anche i canali di diffusione dell'opera, a cominciare internet (il sito è www.biancoenerobook.it) e da Facebook con gli internauti che hanno scelto la copertina e il nome del protagonista.

Interessante anche l'idea di abbinare all'uscita anche un booktrailer con la colonna sonora dell'artista bresciana Gaia Riva il cui brano "Bianco e Nero (Dicotomia)" è già scaricabile su iTunes.

Un'avventura affrontata da Gigante con tanto entusiasmo e riflessione: "Pubblicamente sprizzo bianco da ogni poro, allegria, gioia e sorrisi. Dentro c’è una quantità di nero impressionante, perché deluso da tante cose. E’ l’affrontare ogni singola situazione che copre, cancella, il nero dell’anima. In fondo bisogna andare avanti col sorriso"


di Nicola Andrisani
Lascia il tuo commento
commenti