Convolti luoghi centrali e periferici della città, spazi aperti e chiusi aspettando l'Ospite Bambino

Giocalaluna: non chiamatela Notte Bianca dei Bambini

Allo studio la possibilità di fare rete con altri comuni

Cultura
Bari giovedì 17 luglio 2008
di Antonella Ardito
© Antonella Ardito

Cari Bambini, grandi e piccini, segnate con il rosso la data di domani sul calendario, perché Bari domani notte sarà tutta per voi, ma anche per mamma e papà.

La città sarà coinvolta da una serie di eventi a misura di bambino, riuniti sotto il nome di Giocalaluna, un'inizativa curata dalla Fondazione Città Bambino presieduta da Augusto Masiello che si occupa della programmazione de L'Ospite Bambino, il calendario di iniziative promosse dall'assessorato alle Culture del Comune di Bari a dicembre. Giocalaluna coinvolge Bari ma anche Sternatia nel Leccese e San Benedetto del Tronto nelle Marche: un asse adriatico per permettere ai bambini di vivere la notte senza paura, appropriandosi di spazi troppo spesso o violati dai grandi o a loro negati. Giochi, laboratori, spettacoli, tutti gratuiti e incontri speciali: a Bari in particolare Desiree Digeronimo magistrato antimafia e Luigi Liguori, capo della squadra mobile, leggeranno Le Avventure dell'Ispettore Pinguino, un libro curato da Paolo Comentale nell'auditorium della Vallisa. Momento speciale della lunga serata il volo notturno degli aquiloni al parco di Punta Perotti. Tutti gli eventi partiranno dalle 19: alle 01.00 però tutti a nanna, anche se la luna sarà ancora alta, bella e pallida nel cielo.

Ma la notte dei bambini non è bianca, è di tutti i colori, come l'ha disegnata la piccola Claudia, autrice del manifesto: segno di una voglia matta di poter tornare a giocare in sicurezza nelle strade, nei vicoli della città, come si faceva una volta, senza paura.

Lascia il tuo commento
commenti