Violkenza in corsia

Aggressione nell’ospedale San Paolo

Due infermieri, il dirigente del Pronto soccorso, una guardia giurata e una paziente nel mirino di una donna rumena. Lo denuncia la Cgil

Cronaca
Bari giovedì 16 luglio 2015
di La Redazione
L'spedale San Paolo
L'spedale San Paolo © n.c.

Ennesimo grave episodio di violenza in corsia.

Due infermieri e il dirigente del Pronto soccorso, una guardia giurata e una paziente sono stati aggrediti ieri nell'ospedale San Paolo: lo denuncia la Funzione pubblica della Cgil di Bari.

Autrice dell'aggressione una donna rumena che, riporta la denuncia, «ha preso a calci e pugni, con violenza inaudita e senza alcuna ragione, chiunque le capitasse a tiro».

Solidarietà e vicinanza ai lavoratori dalla Cgil, che «solleva un grido di allarme per il moltiplicarsi di questi gesti di intolleranza e di violenza nei confronti dei lavoratori della Asl Ba che non va assolutamente sottovalutato».

Per il sindacato è necessario «alzare la guardia ed aumentare con ogni urgenza le misure di sicurezza al fine di tutelare l'integrità e la salute degli operatori
sanitari della Asl Ba (in particolare all'Ospedale San Paolo) ed anche dei pazienti
». E per questo si appello a Prefettura e forze dell'ordine.

«Il clima di tensione sociale, che cresce di giorno in giorno nel nostro Paese a causa del protrarsi di una lunga crisi economica che non sembra arrestarsi, combinato ad una campagna denigratoria dei dipendenti pubblici che ormai va avanti da tempo, sta portando ad un sensibile aumento di tali episodi di violenza nei confronti dei lavoratori della Ppubblica amministrazione su tutto il territorio nazionale» commenta Antonio ventrelli, segretario Fp Cgil Bari.

Un fenomeno preoccupante, che spinge l'organizzazione sindacale a chiedere interventi urgenti al direttore generale dell'Asl Bari, in collaborazione con le forze dell'ordine: «È ora di arrestare questa ondata di violenza inaudita e ciascuno deve fare la propria parte fino in fondo, prima che sia troppo tardi».
 

Lascia il tuo commento
commenti