Sicurezza alimentare

Pasqua, controlli delle capitanerie. Sequestrate 3 tonnellate di pesce

Operazione disposta dal Comando generale. Verificati pescherie, mercati ittici, grande distribuzione e ristoranti. Sanzioni per circa 140mila euro, 15 denunce

Cronaca
Bari mercoledì 23 aprile 2014
di La Redazione
Il pesce sequestrato dalla Capitaneria
Il pesce sequestrato dalla Capitaneria © n.c.

Controlli delle capitanerie di porto in concomitanza con le festività pasquali.

Una vasta operazione in tutta la Puglia, su iniziativa del Comando generale del corpo delle capitanerie, in difesa del consumatore e della salute pubblica.

Sono stati esaminati pescherie, mercati ittici, grande distribuzione e ristoranti. Una verifica all’intera filiera della pesca, che ha portato al sequestro di oltre 3 tonnellate di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione, rintracciabilità, etichettatura.

Il totale delle sanzioni si è attestato a circa 140mila euro. Quindici le persone deferite per detenzione e commercio di prodotti ittici in cattivo stato di conservazione e frode in commercio.

Da evidenziare, nel corso dell’operazione, il sequestro di sei esemplari di tonno rosso per un totale di circa 300 chili (successivamente donato in beneficenza) rinvenuti a bordo di un’unità da diporto nel Mar Grande di Taranto. Durante i controlli, la barca ha cercato di sottrarsi all'alt con manovre pericolose. Il conduttore e l'equipaggio, in concorso tra loro, dovranno rispondere di resistenza a pubblico ufficiale.

Lascia il tuo commento
commenti