Solo luci e l'albero in piazza del Ferrarese: è' questo il programma di Natale, come annunciato dal sindaco in una diretta Facebook

Decaro: «378 minori positivi a Bari: non si lamentano e sono responsabili»

«Contrariamente - dice il sindaco su Facebook - ad alcuni adulti che si dimostrano irresponsabili. Sette persone hanno, in questi giorni, violato la quarantena nonostante fossero positive e sono state multate»

Attualità
Bari sabato 21 novembre 2020
di La Redazione
Decaro
Decaro © n.c.

Solo luci e l'albero in piazza del Ferrarese. Non ci saranno neanche la cioccolata calda e le messe colme di fedeli il 6 dicembre.

E' questo il programma di Natale per Bari, come annunciato dal sindaco Decaro in una diretta Facebook. Tutto sarà pesantemente condizionato dalla pandemia

Misure necessarie data la diffusione dei contagi per il Coronavirus: «A Bari - spiega Decaro - vi sono attualmente 378 bambini e adolescenti positivi a fronte di circa 3mila persone contagiate. Non si stanno lamentando, contrariamente ad alcuni adulti che si dimostrano irresponsabili. Sette persone hanno, in questi giorni, violato la quarantena nonostante fossero positive e sono state multate. La stragrandissima maggioranza dei baresi, comunque, è stata attenta e la Puglia è rimasta in zona arancione. L'indice Rt si è abbassato notevolmente nella nostra provincia. La curva si sta appiattendo. La Regione sta ampliando i posti letto. Se fossimo passati in zona rossa avremmo avuto maggiori restrizioni, dalla chiusura dei negozi alla possibilità di uscire di casa».

Il sindaco ha concluso l'intervento invitando i cittadini a stare vicino ai più piccoli e far riscoprire la magia del Natale anche in un anno così strano.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Adriano Sciolis ha scritto il 22 novembre 2020 alle 07:03 :

    Tutte belle parole adesso per magia sotto Natale i contagi calano poi dopo con un altro colpo di bacchetta magica ci sarà la terza ondata, la colpa questa volta di chi sarà dei giovani, degli anziani,state per esaurire le scorte di fesserie. Penso che in Puglia come altre regioni il momento di maggiore contagio sia stato proprio quello delle elezioni regionali. Non parliamo poi dei controlli ci sono solo quelli per farsi pubblicità ma per il resto l ' Italia e il paese dei balocchi tante leggi e pochi controllori così come pochi medici e infermieri , stiamo ancora troppo bene perché avvenga una vera è propria Rivoluzione. Rispondi a Adriano Sciolis

  • Lorenzo Dellino ha scritto il 21 novembre 2020 alle 19:08 :

    Infatti... mi chiedo L'uso delle mascherine a cosa serve allora?? Cosa centra chiudere chiese ??? Anche passeggiare non contagia nessuno Bohhhhh! Rispondi a Lorenzo Dellino

  • ladisa Vito ha scritto il 21 novembre 2020 alle 18:44 :

    Lo sapevano tutti che ci sarebbe stata una seconda ondata del covid 19 era inevitabile però non ci siamo fatti mancare niente vacanze tutti al mare discoteche assembramenti da x tutto con zero controlli oggi ci lamentiamo perché è successo la verità è che siamo un po' tutti incoscienti si pensa solo al Dio denaro la radice di tutti i mali è questo è quanto !..... Rispondi a ladisa Vito

  • Maria P. ha scritto il 21 novembre 2020 alle 12:40 :

    Ma che ne sa Decaro che i 378 bambini positivi non si lamentano? Ha parlato con i genitori di 378 famiglie? Sembra una favoletta per le elementari. Rispondi a Maria P.

  • Franco ha scritto il 21 novembre 2020 alle 12:37 :

    Non si è capito perché cita i bambini che nella stragrande maggioranza sono asintomatici. Non è possibile interpretare sempre i dati del contagio a proprio uso e consumo. E in Basilica per San Nicola ci si poteva andare, distanziati. E invece si è voluto fare l'annuncio a effetto, per mostrarsi più "responsabili" dei dcpm e del Comitato Tecnico Scientifico. Quando questa storia sarà finita ce ne ricorderemo. Rispondi a Franco