Il video che lo ritrae con 'Gina' è cliccatissimo su Youtube

Lo sposino pugliese 20 anni dopo: povero e sotto sfratto

Senza lavoro e con un figlio invalido chiede l'aiuto delle Istituzioni

Attualità
Bari martedì 29 ottobre 2013
di Laura Bienna
Gli sposini pugliesi
Gli sposini pugliesi © Youtube

Il nome di Giovanni Lorusso probabilmente a molti non dirà nulla, ma basta dire che si tratta di quello ‘sposino pugliese’ che avrebbe dovuto sposarsi con ‘Gina’ e partire per l’agognata crociera nelle improbabili mete di Milano e della Svizzera, che ai più sovverrà di chi stiamo parlando.

È lui il protagonista di quel video, girato esattamente 20 anni fa, che è un cult per tutti coloro che abitano a Bari e provincia, ma non solo. Il filmato di poco meno di tre minuti, che ritrae i due futuri sposi intenti a scambiarsi frasi d’amore, sotto esortazione del solerte giornalista è, infatti, cliccatissimo su Youtube (ha oltre 2 milioni di click) e ha fatto sorridere e ridere intere generazioni, al punto che Giovanni, come ci spiega nell’intervista, ancora oggi è riconosciuto e fermato per strada.

Ma oggi Giovanni è anche il protagonista di una vicenda meno esilarante.

Lo abbiamo incontrato e, sebbene i tratti somatici siano quelli di un tempo, bisogna sforzarsi un po’ per  riconoscere in lui quel 30enne sempliciotto e impacciato che ispirava simpatia mentre raccontava di aver conosciuto la sua bella ‘sulla strada di Cellamare’ e di essere stato colpito dall’Amore ‘come un fumo’. Invecchiato precocemente, per via delle asperità della vita, oggi Giovanni ci racconta una storia di degrado e miseria, tutt’altro che allegra.

Con Gina non si è mai sposato: le promesse del famoso video, insomma, sono naufragate nei ‘mari della Svizzera’ prima che i due abbiano proferito il fatidico 'sì'. Oggi ha una compagna, Anna, e un figlio invalido. Non ha un lavoro, né una casa e si arrangia con lavoretti che, ovviamente, non bastano a mantenere la famiglia. Viveva, in estrema povertà, in affitto a Bari, fino a pochissimo tempo fa, in una casa fatiscente, piena di muffa e umidità, che ha dovuto abbandonare e, ora, la sua famiglia sarà costretta a dividersi: ‘Gianni’ dalla madre, Anna da alcuni amici, il figlio da alcuni parenti.

Una situazione drammatica  per un uomo che, eppure, vive con estrema dignità la sua condizione e ha ancora voglia di scherzare su quel video che lo ha reso, a suo modo, celebre. Quello che, però, seriamente, ora chiede alle Istituzioni è una soluzione anche parziale: vorrebbe che almeno madre e figlio smettessero di vagare in cerca di ospitalità e non siano separati. Il ragazzo è ancora minorenne e Giovanni si aspetta di sapere se ci sia la possibilità che almeno loro due siano collocati presso una struttura che si occupa di casi come il suo di grave indigenza.

D’altronde, noi tutti a quel giovanotto goffo e anche un po’ spaesato, siamo debitori almeno di un sorriso.

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • Auand auand ha scritto il 01 dicembre 2021 alle 19:53 :

    Spero che questa brava persona nel 2021 abbia trovato una sistemazione . Rispondi a Auand auand

  • nicola ladisa ha scritto il 02 novembre 2013 alle 15:30 :

    mingo de pasquale potresti intervenire con la tua telecamera cercando di sensibilizzare le istituzioni locali: qui non serve (solo) "la colletta" ma stabilità per una famiglia che vive una situazione di estremo disagio!!!! Rispondi a nicola ladisa

  • G G ha scritto il 02 novembre 2013 alle 11:25 :

    e il sindaco di Bari??? si occupa solo degli sguardi di sfida?? Rispondi a G G

  • Barilive Staff ha scritto il 31 ottobre 2013 alle 15:56 :

    Gentile Sig. Minerva, i riferimenti sono al link di seguito. Grazie. Ricordiamo che, per chi non abbia la possibiità di aiutare materialmente, che anche la mera condivisione dell’articolo può essere d’aiuto a far conoscere dell’iniziativa e non costa nulla. Grazie ancora. http://www.barilive.it/news/Attualit%C3%A0/252087/news.aspx Rispondi a Barilive Staff

  • Francesco Minerva ha scritto il 31 ottobre 2013 alle 10:31 :

    poverino dite dove versare delle somme Grazie Rispondi a Francesco Minerva

  • massimo er ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 23:41 :

    mazza che becco.. nze perso gnente Rispondi a massimo er

  • Barilive Staff ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 15:37 :

    Come da molti di voi richiesto per il ’caso’ dello sposino pugliese parte la staffetta di solidarietà.Aperto un CC per le donazioni: http://www.barilive.it/news/Attualit%C3%A0/251835/news.aspx Rispondi a Barilive Staff

  • Daniele Massa ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 13:57 :

    Povero sposino pugliese.. si è lasciato con Gina alle soglie del matrimonio e si è messo con questa che non gli vuole neanke bene :/ Rispondi a Daniele Massa

  • Marco Buquicchio ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 11:21 :

    Ma il sindaco di Bari, Michele Emiliano in tutto ciò?? Latita?? I nostri servizi sociali??? Questa è un’emergenza grave! A prescindere che si tratti dello sposino Rispondi a Marco Buquicchio

  • Alessandra Di Viccaro ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 10:59 :

    Vorrei fare qualcosa di concreto per questa situazione. Qualcuno sa come si organizza una raccolta fondi? Io sono nel Lazio e vorrei aiutare quest’uomo. Se ci fosse almeno un euro per ogni visualizzazione su you tube sarebbe milionario. Come si fa? Rispondi a Alessandra Di Viccaro

  • luca renzi ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 09:35 :

    onestamente non potrebbe fregarmene di meno Rispondi a luca renzi

  • piccola molly ha scritto il 29 ottobre 2013 alle 08:35 :

    si, per la colletta ma occorre qualcosa di più concreto, che duri nel tempo. Giovanni e la sua famiglia hanno bisogno di stabilità, di un tetto decoroso e di un lavoro. Fate arrivare la notizia a striscia la notizia, loro molte volte riescono a risolvere queste situazioni, Rispondi a piccola molly

  • luchino visconti ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 22:42 :

    vero, abbiamo riso in passato ma ora bisogna restituire a Giovanni e famiglia un futuro sereno e un piccolo sorriso. Lo dobbiamo. Sono molto, molto dispiaciuto. Rispondi a luchino visconti

  • arturo martinelli ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 21:24 :

    deve lavorare Rispondi a arturo martinelli

  • frank hemingway ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 20:40 :

    Forza Giovanni non mollare!!! Rispondi a frank hemingway

  • dany lops ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 20:31 :

    peccato però...se era una persona onesta il fotografo che ha messo il video su youtube poteva dargli parte del ricavato che riceve,invece di tenerselo tutto x se,visto che sta in queste condizioni... Rispondi a dany lops

  • MIRKO OCCHIPINTI ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 20:24 :

    Mimmo Danieri e Bastian contrario...Visto che secondo te gli extracomunitari profughi stanno meglio,perchè non fate a cambio?Ve ne andate in Siria o Libano ,così da avere scelta se morire sotto le bombe gli attentati o morire affogati sulle carrette del mare.L’ignoranza è una brutta bestia.Se sapete di una colletta per Giovanni,invito Barilive ad inviarmi un messaggio.Sarò ben lieto di dare il mio contributo. Rispondi a MIRKO OCCHIPINTI

  • gaetano lavolpicella ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 19:27 :

    abbiamo riso tantissimo senza pagare un centesimo, fossimo andati a cinema o a teatro non avremmo riso cosi,,,sono dipsonibilissimo a una colleta per aiutare Giovanni... pero’ fateci sapere per favore qualcosa anche di Gina... Rispondi a gaetano lavolpicella

  • erot tore ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:57 :

    comunque onestamente era meglio gina ! ;D Rispondi a erot tore

  • Scemo Chi Legge ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:41 :

    aiutiamo anche noi a dare un pò di felicità a questa famiglia,prima di dirglielo agli altri. Rispondi a Scemo Chi Legge

  • Luca Amendola ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:26 :

    Ricordo di avere sentito questa intervista su radio dj, secondo molti ci hanno guadagnato qualcosa grazie a quel filmato. Mi sembrerebbe giusto in un certo senso ridare qualcosa a questi 2 poveretti. Rispondi a Luca Amendola

  • stella rinaldi ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:15 :

    si ma gli spot pubblicitari messi prima del video pagano credo... Rispondi a stella rinaldi

  • Biagio Spinelli ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:11 :

    Anche a me dispiace. Sono uno Yes man, ma nonostante tutto prendo un sacco di botte al lavoro e mi cago in mano se c’è da obiettare. Ho sempre venduto fumo e mi sono fatto sulla pelle degli altri. Questo sono io e sono pure contento. Rispondi a Biagio Spinelli

  • franco franco ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 15:06 :

    Non è che lo conoscono tutti è una personalità pura!!! Rispondi a franco franco

  • Antonio Sp ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 14:58 :

    Che vergogna il commento subito precedente. E’ per quelli che hanno il cervello che funziona come te che l’italia sta affondando. C’è chi ti sta sfilando lo stato da sotto il c*lo e tu pensi al naufraghi che, ove possibile, stanno pure peggio di noi. Tra 10 anni anche noi staremo sul canotto diretti verso altre coste. Che credi, che l’Italia, con questo passo, durerà ancora a lungo? Rispondi a Antonio Sp

  • mik spallanzani ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 14:18 :

    a onor del vero nessuno si è fatto soldi alle sue spalle, è un video postato su youtube, e quindi gratis. Men che meno chi ha girato il video,che conosco personalmente. Non lo ha diffuso neanche lui, ma un conoscente. Rispondi a mik spallanzani

  • daniela deal ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 13:55 :

    mimmo danieri prossima volta rinasci tu in un paese in guerra, prendi un barcone e, spero per te, che sia l’ultimo mezzo che prenderai. Rispondi a daniela deal

  • Mario Giordano ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 13:50 :

    Invece di sparare cazzate di stampo razzista, faremmo bene, tutti, a dare una mano a sto povero cristo. Barilive si faccia promotore di una raccolta fondi: se tutti quelli che hanno sorriso o, peggio, riso della sua semplicità avessero anche il senso della solidarietà, forse sarebbe possibile dare un pò di respiro a questa famiglia. Rispondi a Mario Giordano

  • G D ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 13:16 :

    aiutiamo giovanni! @mimmo danieri: nen si dcinn puttnot e camein Rispondi a G D

  • bastian contrario ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 13:03 :

    Concordo , Giovanni segui il consiglio di Mimmo Danieri e senza aspettare di rinascere, travestiti da migrante prendi una barca vai al largo e chiedi soccorso vedrai che qualcuno ti viene a prelevare e ti porta al Cara di Palese poi.....da cosa nasce cosa e vedrai risolto i tuoi problemi. Rispondi a bastian contrario

  • Gianni Fiore ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 12:26 :

    Caro Mimmo,non c’e’ bisogno del tuo sarcasmo,Giovanni e’ una grande persona lo dice la sua stessa "semplicita’. Mi rivolgo a chi davvero puo’ aiutarlo persone come lui meritano rispetto. Rispondi a Gianni Fiore

  • mimmo danieri ha scritto il 28 ottobre 2013 alle 11:47 :

    Mi dispiace Giovanni, sei solo un italiano. Fossi stato migrante extracomunitario avresti già un tetto e un sussidio...prova a rinascere nero nella tua prossima vita. Rispondi a mimmo danieri