x

La rivolta del Libertà: scontri verbali al Redentore

Assemblea pubblica sul tema “Il quartiere Libertà: problema o risorsa del territorio?”

Attualità
Bari giovedì 12 aprile 2012
di Miriam Maggi
Il Sindaco Emiliano interviene all'Assemblea cittadina del quartiere Libertà
Il Sindaco Emiliano interviene all'Assemblea cittadina del quartiere Libertà © Miriam Maggi

Una giornata all’insegna della progettualità, della speranza, ma soprattutto del reclamo morale, quella di ieri, per il quartiere più popoloso di Bari. A partire dal primo pomeriggio, il sindaco Michele Emiliano, l’assessore ai Lavori pubblici Marco Lacarra, il presidente della circoscrizione Leonardo Tartarino e gli addetti alla supervisione dei lavori hanno effettuato un sopralluogo sul cantiere del giardino in corso di realizzazione in via generale De Bernardis, per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. Lavori che probabilmente vedranno porre, dopo circa dieci anni di promesse, la parola fine alle agognati aspettative dei residenti, agli inizi del mese di Luglio.

Senza pari, dominante e primaria nel suo genere l’assemblea pubblica successiva, che ha visto la collaborazione di tutti i cittadini; la sala San Giuseppe del Redentore era gremita di gente furibonda, delusa ed in auge vertiginosamente sofferente. A far da ponte tra istituzioni e cittadini, don Mario Sangiovanni, da poco più di sette mesi, direttore dell’Opera Salesiana del Redentore: “Questo incontro non è di rivalsa alle istituzioni, ma un momento per metterli davanti al popolo del quartiere. Io sono qui per salvare l’uomo, non le anime. Questo quartiere è la fotografia della povertà e  della criminalità, ma possiede gente valida. Il Redentore può ed offre il punto di rilancio, con il suo impegno reale e di testimonianza poiché esso possiede risorse adeguate e svolge un ruolo di fondamentale importanza soprattutto per i minori”.

Niente applausi per il Presidente alla Provincia Schittulli ma soprattutto per il Sindaco, mosso da accuse e proteste in sala per il suo “mancato” operato in tutti questi anni. Ebbene sì, perché i veri protagonisti erano i cittadini alla ricerca della dignità, vivibilità e sostenibilità perduta, come una goccia nell’oceano dalle corrotte e vane chiacchiere elettorali. “Io non credo più a nessuno e non voterò più questi fantocci, falsi come Giuda”- urla una signora.

Tanti gli interventi e tante le storie di rammarico per un quartiere “non di periferia ma a pochi passi da via Sparano”, commentano i cittadini offesi dalla totale indifferenza delle istituzioni. Padri di famiglia disoccupati, donne allo sbaraglio, pensionati, laureati e orfani di mafia con un unico comun denominatore: la rivincita.
 

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • nickgabri48 ha scritto il 13 aprile 2012 alle 04:44 :

    Al sig. Pierlar: Devo comunicarle che l'Assemblea Pubblica e stata organizzata "dagli Coperatori che Operavano e Operano da Anni sia nell'Oratorio e sia da Le Dami di San Vincenzo". Pertanto come lei deve ben sapere che sono persone Altamente di Buna Fede a differenza dei Politici in Generale come il sig. Michele Emiliano e Compagni di Associazioni Politiche, che usana trumentalizzare la Legalità. Pertanto si chiarisce chè, sono stati affissi nel Quartiere dei Manifesti di avviso per la detta Assemblea Pubblica Libera, a tTutti. In fine le posso Garantire che non e solo Lei ad sentirsi discriminato dall'Amministrazione del sig. Michele Emiliano e della sua Giunta, basti che si assiste ad un Consiglio Comunale come da ultimo del 12 aprile 2012. Per rendersi conto che il sig. Michele Emiliano dovrebbe dimettersi. Gabriele Piscitelli " Dipendente Comunale" Rispondi a nickgabri48

  • pierlar ha scritto il 12 aprile 2012 alle 22:17 :

    Comunicato Stampa coordinatore centro sinistra 8 cir. (Bari) oggi e poi domani noi non abbiamo partecipato al questa iniziativa del centro destra e non anno invitato me come persona del quartieri di Bari al questo incontro per il nuovo cantiere del L’area Don Bosco. Anche questo incontro non ci siamo partecipati in e non mi anno invitato al coordinatore centro sinistra Pietro Laricchia che succede caro sindaco.. siamo dei discriminati come coordinamento ? ? vorrei una risposta da lei che Pietro Laricchia e un uomo che ci tiene a collaborazione dei cittadini del quartieri. Rispondi a pierlar

  • nickgabri48 ha scritto il 12 aprile 2012 alle 10:53 :

    1) Comunque parebbe che il sig. Michele Emiliano dalla sua apertura del dialogo sulla Cittadella della Giustizioa e bene che la si realizza come previsto dal "Progetto Pizzarotti" E non a macchia di Leopardo. 2)E stato ben detto e fatto ricordare dello sperpero di danaro Pubblico. 3) Come a accennato della sua sofferenza a suo dire subita in questi ultimi tempi. Dimendicandosi e nello stesso tempo fregandosene sino ad oggi per la discriminazione riportata anche nella Delibera di Giunta nr. 28 del 28 gennaio 2010 che ad oggi non accennano in merito della legale verifica richiesta, in quanto in violazione al D.P.R. 445/2000 e al dlg. 165/2001. Come dire che anche nella Assemblea Pubblica sa bene usare l'Ipocrisia, dove gli Occhi dei Cittadini non hanno la possibilità di vedere. Tanto per dovuto. Gabriele Piscitelli dipendente Comunale. Rispondi a nickgabri48