CISL BARI E FISASCAT CISL BARI MERCOLEDÌ 21 APRILE PROCLAMANO SIT-IN DI PROTESTA DALLE ORE 9

redazione press LiveYou - Attualità
Bari - martedì 20 aprile 2021
CISL BARI E FISASCAT CISL BARI MERCOLEDÌ 21 APRILE PROCLAMANO SIT-IN DI PROTESTA DALLE ORE 9
Giuseppe Boccuzzi e Michelangelo Ferrigni rispettivamente segretari generali della CISL Bari e FISASCAT Cisl Bari, scrivono alla Direzione dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Consorziale del Policlinico di Bari e alla CAPITAL srl, per nome e per conto dei propri associati dipendenti della società Capital srl gestore del Bar/Ristoro del Policlinico ad oggi inverosimilmente chiuso per le lungaggini burocratiche di affidamento della nuova concessione per la gestione del bar a nuovo affidatario, La Cisl Bari e FIsascat Cisl Bari, con i dipendenti assistiti economicamente ad oggi dall'intervento degli ammortizzatori sociali causale Covid-19, in grande sofferenza per i tempi biblici di erogazione degli emolumenti da parte dell'INPS, proclamano lo stato di agitazione di tutto il personale oramai esausto per una attesa che non trova oggi risposte certe e concrete “Premesso che i lavoratori – si legge nella missiva - ad oggi sono letteralmente sprofondati in un dramma sociale senza precedenti, che oltre alla perdita tecnica del posto di lavoro per la chiusura del punto ristoro/bar per scadenza naturale della concessione affidata alla società Capital da oltre 8 mesi, attendono impotenti la burocrazia con tempi ad oggi incerti per l'effetto negativo che la pandemia da covid-19 ha prodotto nella pubblica amministrazione ed enti locali affido ad un nuovo operatore economico la gestione del punto di ristoro bar. Questa organizzazione sindacale, sensibile alle problematiche per la tenuta occupazionale così drammatica per le motivazioni sopra descritte, ha mosso ripetutamente azioni di tutela di concertazione e di verifica con la direzione dell'azienda ospedaliero universitaria consorziale del Policlinico di Bari e della Capital srl, in ultima nostra richiesta di tavolo tecnico del 12 marzo scorso senza avere ricevuto reali e concrete risposte se non solo la garanzia di una clausola sociale di guardia occupazionale, che, se non accompagnata da imminente affidamento al nuovo gestore e conseguente assunzione delle maestranze rischia di sprofondare nella indifferenza pubblica e di essere testimoni dell'ennesimo atto di disperazione di questi lavoratori e delle loro famiglie nel sud Italia, per un posto di lavoro incerto senza un chissà quando rientrare al lavoro. Nella stessa mattinata per conto dei dipendenti della società General service srl detentrice del servizio di pulizia negli ambienti e locali di competenza dell'Università degli studi di Bari all'interno del Policlinico del capoluogo pugliese, si svolgerà una assemblea sindacale con sit-in di protesta dalle ore 9 alle ore 13. “Nonostante o numerosi solleciti – spiegano i sindacati - e richiesta di verifica, di quanto sta accadendo per la conseguente sovrapposizione dei lavori da parte di società esistenti, facendo presagire situazioni di promiscuità e ripetuta negli anni tra i dipendenti internalizzati alle dipendenze della società in House Sanita Service Policlinico di Bari srl e dipendenti della società General service al servizio dell'Università degli studi di Bari, nulla viene ancora fatto. In questi giorni ulteriori spazi oggetto del capitolato di pulizia di competenza dell'Università degli studi di Bari gestiti ad oggi da General service saranno gestiti in parte dalla società sanitaservice srl società in house del Policlinico di Bari con evidente sottrazione di metrature e carichi di lavoro alle trance dipendenti della General service, andando così a pregiudicare seriamente la tenuta occupazionale nel prossimo processo di cambio appalto pulizie università degli studi di Bari, oltre alla grande preoccupazione delle maestranze per un lavoro di pulimento svolto all'interno del sito ospedaliero tra medici infermieri provette di ogni tipo e tanto altro che merita seria attenzione come seria e l'attenzione posta nei confronti dei pulitori di sanitaservice”.
Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti