SAN VALENTINO PATRONO DEGLI INNAMORATI. TRA REALTA' E LEGGENDA.

Luca Tundo LiveYou - Attualità
Bari - domenica 14 febbraio 2021
SAN VALENTINO PATRONO DEGLI INNAMORATI. TRA REALTA' E LEGGENDA.

La leggenda di San Valentino, Sabino e Serapia
Sabino, era un giovane centurione romano che s'innamorò di Serapia, una

ragazza di religione cristiana. I due giovani decisero di sposarsi ma

la famiglia di Serapia negò il consenso. I due ragazzi si rivolsero

dunque al Vescovo Valentino. Sabino però non essendo battezzato per

amore di Serapia accettò subito compensare la mancanza con il sacramento

impartito da Valentino. Iniziarono allora i preparativi per festeggiare

il battesimo di Sabino e le imminenti nozze. I due ragazzi erano molto

felici per l'imminente avvenimento, ma Serapia contrasse una grave

malattia. La ragazza fu colpita da una grave forma di tisi e si aggravò

fino ad essere vicina alla fine. Sabino, disperato, chiese subito a

Valentino di essere battezzato al più presto e di unirlo in matrimonio

con Serapia prima che lei morisse. Valentino, commosso, battezzò il

giovane e lo unì in matrimonio al capezzale di Serapia. La leggenda

vuole che quando Valentino alzò le mani al cielo per benedire la loro

unione, un improvviso sonno beatificante avvolgesse i due giovani per

l'eternità.

Patrono degli Innamorati

Il patronato poi di san Valentino sui fidanzati si fonda su un antico

scritto dell’inglese Geoffrey Chaucer, il quale racconta soltanto come

nel giorno di san Valentino gli uccellini iniziassero le loro danze

d’amore: ma nulla di più! Anzi, forse lo scrittore ha addirittura fatto

confusione tra la festa del martire ternano e quella dell’omonimo santo

vescovo di Genova. Poi, pochi decenni fa, è intervenuta la

commercializzazione consumistica della ricorrenza e la Chiesa, come già

nei primi secoli aveva inglobato alcune festività paganeggianti, ha

cercato di «santificare» anche queste manifestazioni moderne,

promuovendo tra i fidanzati una maggiore consapevolezza verso il

Sacramento del matrimonio.

Restano le leggende, alcune anche banali, ma dobbiamo sapere che sono tali e soltanto tali.

Tundo Luca.

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti