Una scena di "Como nossos pais"

Bari Brasil Film Fest

Bari
dal 4 ottobre 2018 al 5 ottobre 2018 alle ore 20:30
dal 12 ottobre 2018 al 16 ottobre 2018 alle ore 20:00

Cinema, musica e attività per i bambini. A Bari dal 5 al 16 ottobre e il 20 e 21 ottobre a Matera

Indirizzo Bari

Bari Brasil Film Fest
n.c. © n.c.

Storie di singoli, emblema di una collettività complessa e paradigma di mutamenti sociali, ma anche storie di battaglie per la libertà degli individui: si muove lungo questi due assi principali la proposta di quest’anno del Bari Brasil Film Fest, organizzato e promosso dall’associazione culturale Abaporu con la direzione artistica di Vanessa Mastrocessario Silva.

Dopo le fortunate prime due edizioni, torna dal 5 al 16 ottobre a Bari e il 20 e 21 ottobre nuovamente a Matera, in collaborazione con il Comune e con la Fondazione Matera Basilicata 2019.

Cinema quindi, ma anche musica e attività per i bambini in questa terza edizione che sceglie come luoghi a Bari il Cineporto, la Multisala Showville, il Bilabì, il laboratorio urbano Officina degli Esordi, dove il Get proporrà un laboratorio per la realizzazione di cartoni animati, l’Accademia del Cinema Ragazzi Enziteto e a Matera, il cinema Piccolo.

Ad aprire il festival, un evento prologo speciale venerdì 5 ottobre alle 20.30 al Cineporto di Bari, dove sarà proiettato il documentario Cinema Novo di Eryk Rocha, indagine saggio poetico che esplora uno dei più importanti movimenti cinematografici dell’America Latina, attraverso le testimonianze e le versioni dei suoi principali protagonisti, scandite da brani tratti dalle più significative opere del Cinema Novo. Il film ha vinto l’Oeil d'or, premio al miglior documentario, a Cannes 2016, sezione Classics.

Inoltre, il giorno prima 4 ottobre alle 21.30 al Bilabì, il concerto del cantante brasiliano Luiz Gabriel Lopes, cantautore brasiliano, considerato dalla critica specializzata una nuova promessa della scena brasiliana, Lopes fa parte di uno dei più prestigiosi gruppi della scena contemporanea brasiliana “Graveola e o Lixo Polifonico”.

Seguendo il suo obiettivo principale, il festival rinnova quindi il suo impegno raccontare un Brasile lontano da quello stereotipato e più conosciuto, utilizzando il linguaggio di un cinema libero, ricco di sfumature espressive e tematiche, che attinge alle radici della cultura brasiliana senza restarne imprigionato e al tempo stesso traendo spunti mai banali dal cinema contemporaneo che arriva dall’Europa e dagli Stati Uniti. Mercati globali in cui contemporaneamente si fanno via via strada autori e opere brasiliane che trovano sempre più pubblico e mercati. In particolare, «quest’anno il filo che collega la scelta dei film è l’identità, intesa non soltanto come l’identità di un popolo, ma anche di un genere o individuo. Tema di grande attualità in Europa, può offrire tanti spunti di riflessione in un momento in cui i grandi flussi migratori stanno cambiando la composizione della popolazione europea. In un certo modo, i film selezionati portano a confrontarci con l’esperienza brasiliana e la sua “contaminazione” tra le diverse culture che ne hanno formato le basi, sin dalla sua origine» spiega la direttrice Vanessa Mastrocessario Silva. Le fa eco Gianpaolo Camaggio, vicepresidente dell’associazione Abaporu che, circa la collaborazione con Matera, precisa che «in un’ottica di continuo e costante confronto con i territori e con uno spirito in questo tutto brasiliano, stiamo proseguendo il dialogo con la Capitale europea della cultura 2019 al fine di confermare come naturale sede del nostro evento le due regioni (Puglia e Basilicata) che pur avendo caratteristiche peculiari sono prossime, non solo per geografia, ma anche per una spiccata sensibilità ed interesse dei propri abitanti verso culture lontane e diverse dalla nostra».

Anche quest’anno il Bari Brasil Film Fest, prevalentemente autofinanziato, chiede la collaborazione del pubblico con una campagna di raccolta già partita sulla piattaforma “Gofundme” (www.gofundme.com/BBFF-2018) e si avvale anche di sponsor.

Il festival prima di entrare nel vivo della programmazione, avrà un appuntamento speciale il pomeriggio di venerdì 12 ottobre alle 16, quando il regista Tiago Arakilian – autore del film Antes Que Eu me Esqueca (Before i Forget) in programma poi sabato 13 – incontrerà all’Accademia del Cinema Ragazzi Enziteto gli studenti del corso di regia: a loro racconterà “la prima volta” da regista, segreti, difficoltà e strumenti necessari per approcciarsi alla settima arte. Oltre al regista all’incontro parteciperà anche il critico cinematografico Paulo Roberto de Carvalho, direttore artistico del festival CineLatino che si svolge in Germania nelle città di Stoccarda, Tubinga e Friburgo.

Il programma
Proiezioni in lingua originale con sottotitoli in italiano; film vietati ai minori di 18 anni.

Venerdì 5 ottobre

PROLOGO AL CINEPORTO DI BARI

Ore 20.00 Cocktail d’inaugurazione

Ore 20.30 CINEMA NOVO - Introduzione a cura di Luigi Abiusi, critico letterario e cinematografico, direttore e fondatore di Uzak, trimestrale di cultura cinematografica e selezionatore per la Settimana della Critica alla Mostra del cinema di Venezia.

Regia di Eryk Rocha Documentario, Brasile, 2016, 92’.

Saggio critico su una generazione che ha creato un nuovo modo di realizzare film in Brasile. Attraverso testimonianze dei suoi protagonisti principali – tra gli altri, Glauber Rocha, Nelson Pereira dos Santos, Leon Hirszman, Joaquim Pedro de Andrade - e spezzoni dei loro film, Cinema Novo esplora l’omonimo movimento che negli anni ’60 fu un’avventura di amicizia e creatività, rinnovamento dell’immagine dell’America Latina e utopia anticonformista. Il film ha vinto l’Oeil d'or, premio al miglior documentario, a Cannes 2016, sezione Classics.

Venerdì 12 ottobre

UCI CINEMAS – SHOWVILLE BARI

Ore 20.00 Aperitivo brasiliano

Ore 21.00 BINGO: O REI DAS MANHãS (Bingo: The King of the Mornings) - introduzione a cura del giornalista Francesco Monteleone.

Regia di Daniel Rezende con Vladimir Brichta, Leandra Real. Brasile, 2017, 113’

Storia vera di Augusto Mendes, un padre single e attore che ha preso parte ad alcuni film porno soft per mantenersi e che ottiene la parte del clown conduttore di un morning show per bambini: Bingo appunto. Con un umorismo coinvolgente, Augusto trasforma il programma nello spettacolo televisivo più visto di tutto il Brasile. Il successo nasconde insidie: una clausola sul suo contratto gli impedisce di rivelare la sua identità; sarà una celebrità anonima. Il clown porta felicità ai bambini di tutto il paese, ma non a suo figlio, Gabriel. Con grande gusto pop il film racconta il dramma di un padre rinchiuso nella gabbia del suo successo. Scritto dal grande sceneggiatore Luiz Bolognesi e candidato a rappresentare il Brasile nella corsa agli Oscar 2017 come miglior film straniero, Bingo ha vinto in otto categorie al Grande Prêmio do Cinema Brasileiro, premio miglior attore dall’Associação Paulista de Críticos (APCA) e miglior film al Festival del cinema brasiliano di Parigi. Esordio alla regia per Rezende, un montatore di grande esperienza che ha lavorato con autori celebri come Walter Salles, Fernando Meirelles (nel film di culto City of God, per il quale fu nominato agli Oscar e vinse un premio Bafta), Jose Padilha e Terrence Malick (in The Tree of Life).

Sabato 13 ottobre

UCI CINEMAS – SHOWVILLE BARI

Ore 18.30 Redemoinho introduzione a cura di Anton Giulio Mancino, docente di Semiologia del cinema presso le facoltà di Scienze della Comunicazione dell’Università degli Studi di Bari e dell’Università degli Studi di Macerata.

Regia di José Luiz Villamarim con Julio Andrade, Càssia Kis, Dira Paes. Brasile, 2016, 100’

Due amici e tutta l’infanzia insieme a Minas Gerais. Luzimar non si è mai allontanato da Cataguases, lavorando nella fabbrica di cotone. Gildo invece è andato a Sao Paulo, in cerca di successo. Un nuovo incontro la vigilia di un Natale: birra, ricordi, rancori, due vite incrociate nel rimorso per "un fatto" al tempo dell'infanzia. Da un romanzo di Luiz Ruffato. Premio Speciale della Giuria e Premio come Miglior Attore al Rio de Janeiro Film Festival 2016.

Ore 19.30 Aperitivo brasiliano

Ore 20.30 Antes Que Eu me Esqueca (Before i Forget) – Presente in sala Tiago Arakilian, regista del film e introduzione a cura di Livio Costarella, giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno.

Regia di Tiago Arakilian con José de Abreu, Danton Mello, Kathia Calil. Brasile, 2017, 95’

Commedia brillante, Antes Que Eu me Esqueca è la storia piena di humour di un ottantenne che decide di stravolgere la sua tranquilla vita da giudice pensionato e diventare socio di uno strip club, scontrandosi con la famiglia. Mentre Beatriz, sua figlia, decide di farlo interdire sostenendo la precarietà dello stato mentale del padre , suo figlio Paulo se ne lava le mani, non avendo contatti con lui da anni. Il giudice costringe padre e figlio a passare del tempo insieme, un riavvicinamento che cambierà le loro vite, spingendoli ad andare oltre le differenze. Premio del pubblico nell’edizione 2018 di Agenda Brasil a Milano.

Domenica 14 ottobre

UCI CINEMAS – SHOWVILLE BARI

Ore 19.30 Aperitivo brasiliano

Ore 20.30 FEVEREIROS/ FEBBRAI - introduzione a cura di Michele Casella, giornalista e critico musicale.

Regia di Marcio Debelian. Brasile, doc, 2017, 73’

Poetico documentario dedicato alla celebre cantante brasiliana Maria Bethânia (sorella di Caetano Veloso) e alla scuola di samba Estação Primeira de Mangueira che con un omaggio a Maria Bethânia ha celebrato l’artista baiana aggiudicandosi la vittoria nel 2016 del carnevale più famoso al mondo, quello di Rio de Janeiro. Durante i preparativi per la sfilata carnevalesca, la telecamera di Marcio Debellian segue la cantante nei suoi contesti familiari e religiosi e nelle celebrazioni in suo onore nella città natale di Santo Amaro.

Lunedì 15 ottobre

UCI CINEMAS – SHOWVILLE BARI

Ore 19.30 Aperitivo brasiliano

Ore 20.30 VAZANTE (The Surge) - introduzione a cura di Giancarlo Visitilli, critico cinematografico e giornalista de La Repubblica.

Regia di Daniela Thomas con Adriano Carvalho, Toumani Kouyaté, Luana Nastas, Vinicius Dos Anjos, Sandra Corveloni. Brasile, 2017, 116’.

Il film è ambientato nel 1821 in una piantagione di cotone, dove una durissima schiavitù e un razzismo disumano erano ancora legittimati e all’ordine del giorno. Antonio, mercante di schiavi, fa ritorno alla decadente, ma imponente fattoria che ha ereditato per scoprire che sua moglie è morta mettendo al mondo un bambino. Rimasto solo nella desolata proprietà, in compagnia di una madre malata e dei suoi schiavi sposa la nipote di sua moglie morta, Beatriz, una bambina di 12 anni. Violenza e pregiudizio, la tragedia della deportazione e le difficoltà della convivenza interrazziale fanno da sfondo ad una pellicola in un abbacinante bianco e nero scelta per aprire la sezione Panorama Special del festival di Berlino nel 2017. Daniela Thomas ha a lungo collaborato con il grande regista brasiliano Walter Salles con cui ha co-diretto Terra Estrangeira nel 1995 e Linha de Passe nel 2007.

Martedì 16 ottobre

UCI CINEMAS – SHOWVILLE BARI

Ore 19.30 Aperitivo brasiliano

Ore 20.30 COMO NOSSOS PAIS (Just like our parents) - Introduzione a cura di Alessia De Pascale, giornalista de La Repubblica

Regia di Lais Bodansky con Maria Ribeiro, Clarisse Abujamra, Paulo Vilhena, Felipe Rocha. Brasile, 2017, 105’

Scritto dal grande sceneggiatore Luiz Bolognesi, racconta la storia di Rosa, donna di 38 anni che cerca di essere perfetta in tutti i ruoli. Durante un pranzo domenicale, riceve una notizia da sua madre che sconvolgerà la sua vita e che le darà l’occasione di riscoprire se stessa. Il film si è aggiudicato il premio miglior film al Festival del cinema brasiliano di Parigi e Premio del pubblico al FESTin Lisbona; Premi miglior film, miglior regia, miglior attrice e miglior attore, miglior montaggio e miglior attrice non protagonista al Festival di Gramado, Brasile e Miglior regia e miglior attrice protagonista al Grande Prêmio do Cinema Brasileiro.

Sabato 20 ottobre

CINEMA PICCOLO MATERA

Ore 20.00 BINGO: O REI DAS MANHãS (Bingo: The King of the Mornings)

Regia di Daniel Rezende con Vladimir Brichta, Leandra Real. Brasile, 2017, 113’. Introduzione al film a cura di Ivan Moliterni, critico cinematografico, studioso di linguaggi visuali, giornalista e responsabile progettazione cultura e cinema del Comune di Matera.

DOMENICA 21 ottobre

CINEMA PICCOLO MATERA

Ore 18.00 FEVEREIROS/ FEBBRAI

Regia di Marcio Debelian, Brasile, doc, 2017, 73’. Introduzione a cura di Vanessa Mastrocessario Silva, presidente Associazione Culturale Abaporu e direttrice artistica del festival.

Ore 20.00 Antes Que Eu me Esqueca (Before i Forget)

Regia di Tiago Arakilian con José de Abreu, Danton Mello, Kathia Calil. Brasile, 2017, 95’. Introduzione a cura di Salvatore Verde, giornalista, critico cinematografico e consigliere Lucana Film Commission.

EVENTI COLLATERALI

Giovedì 4 ottobre

CONCERTO DI LUIZ GABRIEL LOPES

Bilabì – Bari (via Adolfo Omodeo 12) - Ingresso gratuito ore 21.30 - Festa di apertura del festival e concerto del cantautore brasiliano, considerato dalla critica specializzata una nuova promessa della scena brasiliana. Lopes fa parte di uno dei più prestigiosi gruppi della scena contemporanea brasiliana ‘Graveola e o Lixo Polifonico’.

Domenica 14 ottobre

LABORATORIO DI CREAZIONE DI CARTOON curato da Maria Cascella del Get/Accademia del Cinema Ragazzi Enziteto dalle 16.00 alle 19.00 all’Officina degli Esordi di Bari (via Francesco Crispi, 5. Biglietto 15 euro a bambino, prenotazione obbligatoria al numero 340/577.69.19). Partendo da un foglio bianco, matita, colori e forbici, utilizzando un ingranditore fotografico, luci e un computer si costruirà un mondo fantastico, dalla foresta amazzonica fino ad arrivare ai paesaggi urbani delle grandi città, con personaggi colorati ed originali.

INFO SHOWVILLE BARI: 080 975 70 84

INFO PICCOLO MATERA: 0835 330 541

Info www.abaporu.org