Chiesa della Trinità

Chiese, strade e piazze storiche, monumenti, palazzi ed edifici storici, insediamenti rupestri.

a cura di Anna Selvarolo
vistaSez

L’ingresso attuale da piazza Federico di Svevia risale più o meno al 1930, quando la chiesa fu ricostruita, dal momento che l’edificio presentava inizialmente una diversa conformazione con accesso dalla retrostante strada S. Giacomo.

Il periodo della fondazione è da individuare nell’XI secolo poiché ciò che sappiamo è che l’arcivescovo barese Nicola I, avendo fatto costruire vicino alla città una chiesa di S. Nicola, l’affidò nel 1039 ad un monaco, Pietro, abate del monastero della Trinità di Bari, per designare il proprio successore. Una bolla del 1053 conferma la donazione della chiesa all’abate Marco, succeduto a Pietro, avvalorando così l’antichità del monastero e della chiesa annessa.

Fonti storiche attestano che, intorno all’anno 1167, il monastero era abitato da suore benedettine, trasferite poi in quello di Santa Scolastica, che divenne, pertanto, proprietario della chiesa della Trinità di Bari, la quale fu ceduta alla congregazione omonima nel XVI secolo.

La costruzione è preceduta da un piccolo atrio a tre arcate; su quella centrale si vede un bassorilievo, ricavato dalla porta della vecchia chiesa, raffigurante l’Eterno Padre fra due sante, col figlio adagiato sulle ginocchia. Nell’atrio, oltre ad una colonna appartenente all’antico complesso, vi sono quattro lapidi: la prima appartiene con ogni probabilità al sepolcro del «presbiter Marcus monachus»; la seconda è dedicata ai coniugi Triggiani-Amoruso, che nel 1939 donarono lo spazio occorrente per ampliare la chiesa; la terza proviene dal sepolcro della badessa Teodora; la quarta ricorda che la circonfraternita della SS. Trinità fu trasferita in quella chiesa nel 1921 ed elevata ad arciconfraternita nel 1924.

Nell’atrio si aprono due portali, fra i quali è collocato un grande Crocifisso in legno. L’attenzione del visitatore sarà catturata dalla porta di sinistra caratterizzata dai battenti in bronzo, sui quali si possono ammirare sette scene evangeliche, riprodotte

La città

La morfologia della città, le sue peculiarità, l’economia, la flora e la fauna.

Vai alla sezione

Volantini

Le migliori offerte in città e dintorni.

Vai alla sezione

Meteo

Consulta le previsioni meteo della tua città fino a 5 giorni grazie ai dati aggiornati del nostro bollettino metereologico.

Vai alla sezione

Strumenti di segnalazione

Hai una segnalazione da fare o una buona storia da condividere con la nostra redazione e con i nostri lettori? Segnalaci subito la tua notizia.

Vai alla sezione

Autocertificazione Online

Online moduli di Autocertificazione da compilare e stampare velocemente.

Vai alla sezione

Farmacie di turno a Bari

Visualizza i turni delle farmacie di turno.

Le farmacie di turno