Superlega

Tofoli pone le basi per la nuova annata

Il neotecnico dell New Mater carico per la nuova avventura. Preparazione al via il 21 agosto

Volley
Bari lunedì 06 agosto 2018
di La Redazione
Paolo Tofoli
Paolo Tofoli © n.c.

A parlare per l'ex fenomeno Paolo Tofoli è il suo palmarès occupato da 27 medaglie con la maglia azzurra, fra cui due argenti ed un bronzo olimpico, oltre al numero di successi con i club spalmati in 24 anni di carriera e oltre 600 presenze in Serie A.

Quasi scritto, dunque, che l'ex regista di Fermo dovesse proseguire la sua carriera nel volley da allenatore. Dopo due stagioni nel femminile, le esperienze della A2 maschile (Brolo, Tuscania, Siena con la vittoria in Coppa Italia, e Alessano) lo preparano per quello che sarà il primo vero "scontro" con la massima serie: «Sarò sempre grato alla società castellanese per questa opportunità» sottolineava pochi giorni fa in un'intervista.

Ora a poco più di due settimane dal raduno e dall'inizio della preparazione, Tofoli ha voluto incontrare staff tecnico e dirigenziale per programmare il lavoro: «Avevamo bisogno di incontrarci per conoscerci e porre le basi per l'avvio di stagione. Le sensazioni sono ottime e non vediamo l'ora di cominciare. Abbiamo dato la possibilità ai ragazzi di evitare viaggi in giorni di bollino nero quindi con la squadra ci troveremo il 20 agosto salvo poi cominciare a lavorare il giorno successivo».

Per Tofoli si prepara dunque un nuovo esordio in A1, questa volta da tecnico, un percorso che cammina di fianco al nuovo corso della New Mater.

«È una grandissima soddisfazione e c'è tanta voglia di lavorare e fare bene insieme a questa società. L'anno scorso è stato un anno particolare ma il primo anno di A1 spesso può capitare. Credo che abbiamo attrezzato una buona squadra, ma certo sarà sempre il campo a dare le valutazioni definitive. Di certo noi lotteremo ogni partita col coltello fra i denti cercando di dare il massimo, di divertire soprattutto di fare avvicinare sempre più appassionati al Palaflorio, che sarà ancora la nostra casa».

Soddisfatto oltre che dell'accoglienza castellanese, anche del roster costruito per la stagione: «Siamo una bella squadra, fisicamente ben attrezzata ed equilibrata. Vedremo ovviamente in palestra ed in campo su quali caratteristcihe migliorare ma io dico sempre che tutte le squadre hanno difetti; è importante durante una stagione camuffare i propri difetti eccellendo negli aspetti più positivi. Dobbiamo essere umili, lavorare; è chiaro che il nostro obiettivo è la salvezza ma tutti noi dobbiamo avere il sogno di fare sempre meglio. Lavorando e lottando alla fine potremo tirare le somme».

Lascia il tuo commento
commenti