Serie B2

Pvg vince il derby con Oria

Sabato 12 al via i playoff: per le baresi c’è l’Ekuba Futura Palmi

Volley
Bari martedì 08 maggio 2018
di La Redazione
Pvg vince il derby con Oria
Pvg vince il derby con Oria © n.c.

Chiusura di campionato con vittoria per la Pharma Volley Giuliani Bari. Un successo molto sofferto nel derby contro la Damiano Spina Oria al tie-break (3-2) dopo più di due ore di gioco davanti ad un gremito Palacarbonara chiude la stagione regolare delle baresi, terze nel girone H di B2 femminile con 56 punti.

La vera notizia di giornata per la Pvg arriva dal girone I, il raggruppamento da cui proviene la squadra che le baresi affronteranno nel primo turno del playoff promozione: in una rocambolesca ultima giornata, i calabresi dell’Ekuba Futura Palmi (Rc), scavalcati al primo posto dal Modica, si piazzano secondi con 58 punti e affronteranno Pvg in una sfida al meglio delle tre partite dal 12 al 19 maggio.

Per quanto riguarda il girone H, decise ormai da tempo le prime tre della classe con Napoli in B1 e Sant’Elia che accede direttamente al secondo turno dei playoff; retrocedono in C Terracina, Ponticelli, Accademia Benevento e Pallavolo Minturno.

La partita
Oria arriva a Bari con la voglia di mantenere il prestigioso quinto posto in classifica e si affida a Scaglioso in regia, opposta Valente anche se nel corso del match ci sarà ampio spazio per la ex di turno Isabel Panza, in banda Leone e Benefico, centrali Casalino e Galiulo, libero Diviggiano (in alternanza con Bozzetto); lo squalificato coach Sarcinella fa i conti con acciacchi e affaticamenti che hanno decimato le sue ragazze durante la settimana di allenamenti: in panchina va il secondo Marco Mariani; spazio alla diagonale Romanazzi-Marasco, a Liguori e capitan Binetti laterali, Nuovo e Labianca centrali, libero Minervini.

Primo set targato Pvg con il primo servizio-punto di Binetti, 3-1. Liguori si esibisce in un felpato tocco dietro le mani avversarie e poi in un muro vincente: 8-4. Ace di Leone e mani fuori di Benefico che riducono il vantaggio: 10-9. Riprende fiato Pvg con un lungolinea di Binetti e alcuni errori delle ospiti: 13-10. Romanazzi (4 punti per l’alzatrice barese) vince un contrasto a muro dopo una cattiva ricezione delle compagne, a seguire un tocco a una mano di seconda: 17-11. Muro di Nuovo che allunga il vantaggio a +8. In campo la ex Panza per Valente. Mani fuori di Liguori (13 punti per lei come per capitan Binetti) per il 20-12. Due assoli di Casalino non possono nulla contro il block-out di Binetti (23-16). Scaglioso coglie impreparata la difesa di casa con un infido palleggio rovesciato, dando il via ad un mini-recupero oritano (23-20). Ci pensa Labianca in primo tempo, prima dell’attacco in rete delle ospiti, a chiudere la frazione sul 25-20.

Il pubblico di casa, insieme ai sostenitori brindisini al seguito della squadra di coach Acquaviva, tramutano il Palacarbonara in un roboante girone infernale, incitando senza sosta le proprie beniamine in barba alla temperatura poco adatta al gioco indoor. Fanno la loro parte sugli spalti anche le bambine e i bambini protagonisti del progetto “Illuminiamo il futuro” targato Save the Children Italia, campagna di sensibilizzazione allo sport rivolta a minori in condizioni di povertà educativa, alla quale la Pharma Giuliani ha dato il suo convinto sostegno, organizzando anche la tappa barese della relativa campagna nazionale, sabato 19 maggio dalle 16 al parco di Torre Quetta.

Dopo le schermaglie iniziali nel secondo set Pvg si porta avanti sfruttando il nastro per due volte con Liguori e Marasco: 6-3. Si tratta di una fase confusa della partita con molti errori da entrambe le parti e un equilibrio costante che si trascina fino al 17-17. Fast di Labianca (12 i suoi punti) per il 18-19. Leone, top scorer del match con 18 punti, e Casalino tengono le compagne sul +2 (20-22). Ace di Vanessa Nuovo per il 22-23. Grande salvataggio di Binetti, ma è Leone a mettere a terra il 24-22. Muro di Labianca che aggiusta tutto: 24-24. Un altro recupero clamoroso del miglior libero del girone Simona Minervini che non diventa punto: è Casalino ad approfittarne e il tocco di Scaglioso sotto rete regala il 24-26 ad Oria.

Pvg ha sofferto molto le mancate coperture dietro il muro, i punti oritani arrivano molto spesso grazie a pallonetti e palle piazzate. Così prende il via anche il terzo parziale: pallonetto di Panza per il 3-1. Liguori prende le redini della squadra, infierendo prima in diagonale, poi sulle retrovie ospiti: 11-8. Due ace di Galiulo per il 14-12. Pallonetto e muro di Labianca che rimettono 4 punti tra le squadre: 18-14. Liguori punta Leone: 21-15. Ace di Benefico per il 22-19. Panza coglie il 23-21. Marasco (9 punti per lei) in buca d’angolo dà la spinta decisiva, la fast out di Casalino vuol dire 25-22.

Brutto quarto set per la Pvg stremata, ci crede solo il pubblico. Ace di Casalino che anticipa il primo tempo di Vanessa Nuovo (5 punti): 2-3. Altro ace di Scaglioso, Oria si porta sul +5: 3-8. Spazio per Monica Cillo, in campo per tutto il set. Galiulo dà sostanza al vantaggio: 3-11. Marasco arresta la corsa brindisina, che riprende immediatamente grazie soprattutto agli attacchi di Leone: time-out sul 4-15. Due mani-fuori di Binetti fanno rialzare la testa alle atlete di casa. Spazio per Cozzetto e Valente. Muro di Nuovo e mani-fuori della piccola Cillo al primo punto in B2: 9-19. Il distacco è incolmabile, Pvg prova la carta Giulia Cariello per tentare l’impresa. E l’opposta di Bitonto risponde subito presente: 13-22. C’è spazio per un altro debutto nelle fila baresi: quello della centrale 15enne Clara My. Labianca schiaccia con violenza una palla vagante, ma è Leone dal centro a metter fine al set sul 15-25.

Il tie-break rispecchia la partita. Le due squadre hanno ormai raggiunto i propri obiettivi stagionali e se la giocano senza troppi patemi d’animo. Restano in campo Cillo e Cariello per la Pvg: quest’ultima come sempre vuole dire la sua nella partita e mette a dura prova la difesa ospite sfoggiando tutto il repertorio, dall’ace sibilante al pallonetto felpato, fino al fendente in diagonale (6-4 e 5 punti per l’opposta). Marasco trova il buco in cui infilare la palla del 10-7. Muro di Nuovo: 12-10. Cariello fa ancora danni in diagonale portando il mini-set sul 13-11. Due errori delle foxes rimettono in corsa Oria: 14-14. Scaglioso restituisce i favori e l’indecisione in ricezione sul servizio di Labianca fa il resto: finisce 16-14. Può iniziare la festa delle due tifoserie.

Il commento del presidente Pierluigi Patruno a fine gara: «La cornice più bella per chiudere una regular-season davvero memorabile! Complimenti a tutte le mie pvgine e al mio ottimo staff per aver vinto l’ennesimo derby di Puglia ed aver celebrato il meritato accesso ai playoff, grazie anche alla tifoseria sempre numerosa e calorosa. Adesso concentrazione massima, gettiamo il cuore oltre l’ostacolo playoff: puntiamo dritti alla meta! Vincere non è la cosa più importante, ma è l’unica cosa che conta (cit)».

Appuntamento, dunque, a sabato 12 maggio alle 17.30 per la prima partita dei quarti di finale dei playoff al Palazzetto Mimmo Surace di Palmi, comune dell’area metropolitana di Reggio Calabria.

Lascia il tuo commento
commenti