Serie B2

Pvg ai playoff

Il risultato arriva nonostante la sconfitta a Cave (3-1) nella penultima giornata

Volley
Bari mercoledì 02 maggio 2018
di La Redazione
Pvg ai playoff
Pvg ai playoff © n.c.

La Pharma Volley Giuliani Bari disputerà i playoff per la promozione in B1. Il traguardo tanto atteso è stato raggiunto alla 25ma e penultima giornata.

Per una volta si può gioire anche dopo una sconfitta: la Pvg perde 3-1 sul campo del Volley Cave, nel piccolo centro dell’area metropolitana capitolina, ma contemporaneamente viene sconfitta 3-0 anche Divella Mesagne, quarta forza del girone H, in casa della Coged Teatina Chieti.

Due ko che rendono incolmabile il distacco di 6 punti tra le due squadre puglesi e che regala la certezza aritmetica del terzo posto alle ragazze di coach Sarcinella. I verdetti nel girone H sono stati emessi: promossa direttamente in B1, Napoli, ai playoff Sant’Elia e Pvg, retrocesse in C Terracina, Ponticelli e Benevento; l’ultima giornata di B2 deciderà la quarta retrocessa tra Link Campus Castellammare di Stabia e Pallavolo Minturno che ha tre punti di vantaggio sulle campane. Per conoscere l’avversaria delle baresi al primo turno di playoff (previsto nella settimana 12-19 maggio) sarà necessario attendere la fine del campionato di B2 con i risultati finali dei gironi G e I, sabato prossimo 5 maggio.

«Quando si dice che una sconfitta ci ha regalato il sorriso! - ha dichiarato il presidente Pierluigi Patruno a fine gara -. È vero che il risultato del Mesagne ci ha regalato la certezza dei playoff, ma dobbiamo chiudere la regular-season con la partita di sabato prossimo contro Oria, rendendo onore agli avversari nel secondo derby di Puglia, davanti al pubblico casalingo pronto a festeggiare l’accesso ai playoff. Si apre adesso un mini-campionato che necessita di una tensione costruttiva e della giusta concentrazione da riversare sugli imminenti scontri, decisivi per l’ambita promozione. Dunque, ora 72 ore di pausa fisica e mentale per distendere corpo e anima che, si spera, saranno una panacea per tutti i problemi fisici, nonché un ringraziamento della società ad atlete e staff. Prossimo step: battere chiunque dal 12 maggio al 9 giugno».

La partita
Coach Camiolo si affida a Ferrieri in regia, Longobardi opposta, Muzi e Casella centrali, Fedeli e Massani in banda (nel corso del match troveranno spazio anche Boccuccia, Zia, Lucarelli e Fornari); Sarcinella risponde con la diagonale Alfieri-Cariello, Liguori e Marasco laterali, al centroLabianca e Nuovo, libero Minervini.

In pochi minuti Cave si porta sul 5-1 approfittando del brutto inizio Pvg. Per tutto il set le baresi si ritrovano ad inseguire, a causa dei tanti errori che costellano il parziale. Labianca e Liguori (miglior realizzatrice barese con 18 punti) tentano di colmare il gap che resta sostanzioso: 12-7. Ad ogni avvicinamento ospite, corrisponde un nuovo allungo delle atlete di casa: 15-11. Due muri vincenti di Vanessa Nuovo per il 15-13. Un bel mani-fuori di Marasco porta al pari 16, l’errore in attacco della miglior realizzatrice dell’incontro Longobardi (19 i suoi punti) fa registrare il primo sorpasso Pvg: 16-17. Nel finale le due squadre picchiano forte con le proprie attaccanti in netta evidenza: ancora parità 19-19. Ace di Longobardi e blockout di Massani: 22-19. Muro di Labianca che accorcia: 22-20. C’è spazio per capitan Binetti. Fedeli mette a terra la sanguinosa palla del 24-21, a dare l’ultima spinta al Cave è un muro vincente. Finale 25-21.

Il fatidico punto che garantisce l’accesso ai playoff si allontana e aumenta il nervosismo in casa barese. Pvg però galoppa nel secondo set, muro di Labianca per il 2-5. Diagonale tagliente di Marasco e fast in pallonetto della centralona barese: 3-7. Ci pensa Longobardi a tenere le compagne incollate alle avversarie, due colpi vincenti e Cave è a -1. Ace di Marasco e diagonale morbido di Liguori che fanno riguadagnare terreno alla Pharma Giuliani: 10-14. Nel momento decisivo della frazione viene fuori il talento di Roberta Liguori: una serie di attacchi fulminanti e il set scivola in direzione barese: 14-21. Tre regali da parte di Cave e un servizio out chiudono il set sul 17-25.

Ancora un brutto inizio di set, il terzo, per Pvg: 5-1. Lento recupero fino al 8-8. Ace di Labianca per il vantaggio barese. Cave tiene, difende, ribatte. Sarcinella inserisce Romanazzi e Binetti per Alfieri e Liguori. Massani sfrutta il muro barese: 17-13. Marasco e Binetti reagiscono da par loro, Labianca colpisce in primo tempo: 19-17. È ancora il capitano barese ad avvalersi delle mani ospiti per il 22-20. Un finale distratto delle baresi lascia spazio a due ace di Fedeli che propiziano il 25-20.

Nel quarto set Romanazzi e Binetti restano in campo. Si gioca punto su punto con errori da entrambe le parti che mantengono la partita in equilibrio: 11-11. Sorpassi e controsorpassi, la frazione non prende una direzione certa. Ace di Romanazzi per il 18-19. A questo punto accade di tutto, l’arbitro si prende la scena con una gestione di gara a dir poco discutibile. Tre cartellini rossi nei confronti di tesserati Pvg nel giro di pochi minuti influenzano pesantemente il set, togliendo concentrazione alle baresi che si ritrovano in svantaggio 22-20. Dopo molti minuti necessari alla ripresa del gioco, Romanazzi con un palleggio indirizzato a fondo campo mette in difficoltà la difesa di casa, poi il muro di Labianca rimette le cose a posto: 22-22. Liguori in mani-fuori per il vantaggio barese: 24-25. Longobardi annulla il divario. Ma Pvg ci riprova grazie alla schiacciata di Labianca e al muro di Nuovo: 26-27. Ancora una volta Cave stringe i denti e vanifica gli sforzi delle ospiti: primo tempo di Muzi e un altro muro di Nuovo per il pari 28. Il pallonetto sotto rete di Casella e l’attacco in diagonale di Longobardi danno la vittoria al Cave (30-28).

Lascia il tuo commento
commenti