Serie B2

Pvg supera Antoniana Pescara

Bari mantiene il +5 su Mesagne

Volley
Bari lunedì 12 marzo 2018
di La Redazione
Pharma volley supera Antoniana Pescara
Pharma volley supera Antoniana Pescara © n.c.

Quinta vittoria consecutiva per la Pharma Volley Giuliani Bari, che sabato ha superato 3-1 una volenterosa Antoniana Pescara con una prova di grande carattere e determinazione.

Una giornata molto importante in casa barese soprattutto per il ritorno in campo del capitano Savina Binetti, ai box per infortunio da 13 mesi, salutato dalla standing ovation del sempre caloroso pubblico del Palacarbonara.

Le baresi tengono il ritmo forsennato delle prime due della classe Napoli e Sant’Elia, i distacchi dalla vetta del girone H di B2 femminile rimangono immutati, così come la vittoria di Mesagne lascia invariato il +5 di Pvg sulle messapiche. Dopo un primo set dominato dalle ragazze di coach Sarcinella, a metà del secondo parziale Pescara cambia marcia, costringendo le avversarie ai vantaggi e poi vincendo il terzo set. La paura di rivivere il replay del match di andata, vinto al tie-break dalla squadra di Bruno Mazzuccato, viene dissolta da un’ottima quarta frazione, giocata con il coltello tra i denti da Binetti e compagne che lascia le abruzzesi a bocca asciutta.

La partita
Antoniana Pescara scende in campo con Scudieri al palleggio, Nonnati opposta, in banda Dodi e Di Bacco, al centro Volaj e Coletta, libero Santacroce; Pvg risponde con la diagonale Alfieri-Cariello, laterali Liguori e Marasco, centrali Piemontese e Labianca, libero Minervini.

L’ace di Marasco in apertura lascia presagire la grande prestazione della schiacciatrice barese nel giorno del suo compleanno. Muro di Piemontese: 5-1. Pallonetto di Cariello e ace di Piemontese: 11-4. Scudieri rovescia in campo barese di seconda, 14-8. Fast e muro della centrale barese: 17-9. Bellissimo primo tempo spostato di Coletta, ma gli applausi sono tutti per Savina Binetti che dopo mesi di sacrifici torna ad assaporare il calore del Palacarbonara: bentornata capitano! Pvg vola sull’onda dell’entusiasmo trascinata dai colpi di Cariello e Marasco: 20-12. Mazzuccato inserisce Di Nardo e Cocco. Il monologo barese non viene interrotto. Diagonale di Marasco, seguito dal colpo d’astuzia di Alfieri. Ancora Marasco, stavolta in lungolinea, sigilla un sonoro 25-12.

Secondo set aperto da due ace pescaresi targati Coletta e Nonnati, ai quali risponde a muso duro Labianca: 3-5. Prima rimonta barese coronata da Liguori che cerca il muro ospite: 8-5. Antoniana si affida soprattutto ai colpi di Elena Dodi che tengono a galla la squadra: 9-8. Ace di Piemontese e potente fendente di Cariello a squarciare la difesa ospite: 13-9. Due attacchi vincenti di Marasco allungano il distacco 16-11. Gran recupero di Minervini trasformato in punto dalla violenta schiacciata di Liguori per il 17-11. Muro e blockout di Di Bacco; Pescara si riavvicina: 19-15. Dalla panchina arrivano gli aiuti di Binetti e della centrale Guetti per le ospiti. Mano-fuori di Marasco e primo tempo di Labianca: 23-17. Tre errori bloccano Pvg sul 24-19, ridando entusiasmo alle avversarie durante un lungo turno al servizio di Guetti. Nonnati forza l’attacco, imitata da Di Bacco: 24-24. Le due squadre danno vita ad un finale di set tra i più coinvolgenti vissuti al Palacarbonara. Tocco a rete di Liguori, risponde Nonnati: 26-26. Muro di Scudieri, diagonale di Cariello: 28-28. Pvg mette a frutto uno dei rari errori di Dodi e dopo un incredibile salvataggio di Minervini vince il set grazie al mano-fuori di Marasco: 30-28.

L’entusiasmo dei tifosi baresi è incontenibile. Le ragazze di Sarcinella ancora una volta hanno mostrato, oltre alle doti tecniche ed atletiche, grande capacità di soffrire. Il finale di secondo set però ha dato ad Antoniana Pescara la consapevolezza di poter giocare alla pari contro Pvg. E nel terzo set Dodi e compagne mettono alle corde le atlete di casa. Un parziale infarcito di errori da entrambe le parti, condotto sempre da Pescara che non si fa raggiungere fino in fondo. Massimo vantaggio: 16-22. Pvg tenta di rientrare in extremis, ma Nonnati sigla il 19-25.

Il film dell’andata non è piaciuto alle baresi. Così si rientra in campo con la voglia di non proiettarne il remake: fast di Labianca e lungolinea di Liguori, 3-0. Pipe di Marasco, mano-fuori di Liguori: 6-4. Pescara non molla, ace di Di Bacco per il 7-7. Diagonale di Marasco che tocca terra in mezzo alla difesa ospite, ace di Cariello. Fast di Guetti: 10-10. Antoniana sfrutta due errori baresi e si porta in vantaggio 11-13. La fast di Labianca e il muro di Liguori riportano avanti Pvg: 15-13. Sale in cattedra Roberta Liguori che con tre attacchi di fila fiacca la difesa ospite: 18-14. Tocco a muro di Piemontese, prima del diagonale potente di Cariello che tiene a distanza le avversarie: 20-16. Blockout dell’opposto barese, poi Labianca capitalizza l’errata difesa di Pescara: 23-17. La centrale Pvg subito dopo si esibisce nel suo colpo migliore, la fast; risposta di Dodi che non molla fino alla fine: 24-19. Il mano-fuori di Liguori dà il via alla festa del Palacarbonara: 25-19.

Lascia il tuo commento
commenti