Serie B

Fine dell’anno senza bollicine, il Bari a Carpi non va oltre lo 0-0

Secondo pareggio a reti bianche per i biancorossi che restano al terzo posto in classifica

Calcio
Bari giovedì 28 dicembre 2017
di Nicola Palmiotto
Carpi-Bari 0-0
Carpi-Bari 0-0 © Carpi Fc 1909

Finisce senza bollicine il 2017 del Bari. A Carpi i biancorossi incappano nel secondo 0-0 consecutivo, ma la sensazione che resta è quella di aver sprecato un’occasione. Gli uomini di Grosso controllano il gioco per tutto il tempo, concludono per 13 volte (contro zero degli avversari) ma non riescono mai a buttarla dentro, dimostrando scarsa cattiveria sotto rete. Novanta minuti ad aspettare un gol che sembra poter arrivare da un momento all’altro, ma che come il Godot di Beckett non arriverà mai.

Bari con le polveri bagnate
Diverse sorprese nell’undici scelto da Fabio Grosso. Al centro della difesa esordio in campionato per Diakhité (eccede la lista degli over 23, la sua presenza costerà al Bari una multa salata). Novità anche in attacco con l’esclusione di Galano a favore di Floro Flores.

I padroni di casa approcciano la gara con aggressività, il Bari però non si fa sorprendere e dopo 10’ si piazza stabilmente nella metà campo avversaria. Tello e Basha cuciono il gioco, mentre i movimenti di Improta e Floro Flores danno ampiezza alla manovra. Al 14’ l’incursione di Tello è fermata con un fallo al limite dell’area. Nené si incarica di battere la punizione, ma la sua conclusione scheggia il palo. Il Bari palleggia bene, disegnando trame interessanti, ma non graffia. Quando ci riesce trova sulla sua strada Colombi, che al 35’ prima si oppone alla conclusione di Basha a poi al colpo di testa di Improta.

Il copione del match non cambia nemmeno nella ripresa. Il Bari riprende la sua estenuante rete di passaggi, provando ad accendersi in attacco. Al 7’ Nené calcia improvvisamente da fuori, ma Colombi devia in angolo. Al quarto d’ora Grosso si gioca la carta Galano al posto di Floro Flores, ma l’attaccante foggiano non riesce a dare la scossa. I minuti scorrono e le speranze finiscono per affievolirsi. Nemmeno l’inserimento di Kozak per Basha e il passaggio al 4-2-3-1 sortisce l’effetto desiderato. Anzi nel finale è il Carpi ad affacciarsi per la prima volta dalle parti di Micai, ma Nzola sbaglia il controllo decisivo e Marrone rinvia. Il Bari resta al terzo posto in classifica, ma ora la seconda posizione dista tre lunghezze. Il bilancio dei primi 21 turni resta però positivo. Adesso c’è la sosta, si torna in campo il 20 gennaio.

Grosso: «Passo avanti, peccato il risultato»
«Abbiamo disputato una bella partita - ha spiegato a fine partita Fabio Grosso -. Siamo stati bravi nell’essere padroni del gioco e nel provare a cercare il vantaggio anche se dovevamo essere più incisivi sotto porta. Nel primo tempo, abbiamo avuto quattro o cinque occasioni da rete, abbiamo speso molto, concesso poco e ci siamo messi nelle condizioni di andare in vantaggio. È chiaro che, dopo una frazione con questo ritmo, nel secondo tempo, non avevamo la brillantezza del primo. Nonostante tutto, abbiamo difeso bene e avuto qualche altra occasione. Faccio i complimenti ai miei ragazzi. Prendiamo questo punto importante contro una formazione che, in casa, ha messo in difficoltà tantissimi avversari. Un ulteriore passo in avanti. Al giro di boa ci troviamo con tanti punti messi da parte e proveremo a continuare a metterne tanti altri».

Il tabellino
Carpi-Bari 0-0
Carpi (3-5-2): Colombi; Capela, Brosco (44’pt Bittante), Ligi; Pachonik, Verna, Mbaye, Saber (36’pt Saric), Pasciuti; Nzola, Mbakogu. In panchina: Serraiocco, Brunelli, Vitturini, Romano, Concas, Malcore, Prezioso, Bittante, Calapai, Belloni. Allenatore: Calabro.
Bari (4-3-3): Micai; Sabelli, Diakhité, Marrone, D’Elia; Tello, Basha (37’st Kozak), Iocolano (25’st Busellato); Improta, Nené, Floro Flores (14’st Galano). In panchina: Berardi, De Lucia, Capradossi, Tonucci, Petriccione, Brienza, Cassani, Salzano, Fiamozzi. Allenatore: Grosso.

Arbitro: Ghersini di Genova (assistenti Tardino-Bresmes; quarto uomo Rapuano).
Note: Ammoniti: Pasciuti. Angoli 6-4 per il Bari. Recupero 2’+2’.

Lascia il tuo commento
commenti