Serie B

Doppio Galano, ecco Nené. Per il Bari è dolce Perugia

Pronto riscatto dei biancorossi che battono 3-1 gli umbri e riconquistano il secondo posto in classifica

Calcio
Bari sabato 16 dicembre 2017
di Nicola Palmiotto
Galano a segno
Galano a segno © LaPresse/Donato Fasano

Pronto riscatto del Bari che passa 3-1 a Perugia. Continua la tradizione positiva dei biancorossi pugliesi al Renato Curi (3 vittorie e 2 pareggi negli ultimi cinque confronti in campionato). Prova di maturità degli uomini di Grosso, che tornano alla vittoria dopo due sconfitte consecutive, con una prestazione positiva sotto il profilo della personalità e del sacrificio. Ancora una volta il successo del Bari porta il sigillo di Cristian Galano, autore di una doppietta che lo proietta a quota 13 in classifica marcatori, ad una sola rete dal capocannoniere Caputo. Bene anche Nené, alla prima rete in campionato, Sabelli, prodigioso nel salvare il risultato sul 2-1, e Tello, ancora una volta prezioso in veste di assist-man.

Galano e Nené stendono il Perugia
Grosso torna al 4-3-3. Rilancio dal 1’ per Sabelli e D’Elia sulle corsie esterne di difesa e per Iocolano, schierato nei tre di centrocampo. Novità anche in attacco con Nené, che guida il reparto insieme a Galano e Improta.

I biancorossi approcciano bene la gara. Nené e Iocolano rendono più fluida la manovra, che beneficia spesso dell’appoggio di Sabelli e D’Elia sulle fasce. Al 15’ primo squillo del Bari con un rasoterra di Tello bloccato da Rosati. Subito dopo è il Perugia a farsi pericolo dalle parti di Micai, ma il portiere biancorosso è bravo a respingere la conclusione di Pajac e ad anticipare di piede Bonaiuto. I biancorossi pugliesi passano a condurre al 21’ sugli sviluppi di un corner. Marrone tocca di testa quel tanto che basta per consentire a Galano una comoda deviazione in rete. Dura però solo 12’ il vantaggio del Bari. Il Perugia pareggia con Di Carmine che, lasciato troppo libero da Marrone, controlla un lungo lancio di Colombatto e fa secco Micai. La partita resta molto bella con frequenti rovesciamenti di fronte. Nel finale di primo tempo il Bari torna in vantaggio con Nené, bravo ad anticipare Rosati sfruttando uno splendido assist di Tello.

Bari bene anche ad inizio ripresa. I biancorossi sfiorano il tris al 6’ con un tiro a giro di Improta che sfiora l’incrocio dei pali. Il Perugia però si riorganizza e conquista campo. I pericoli per gli uomini di Grosso arrivano dal lato sinistro della difesa dove Terraciani sfugge più volte a D’Elia. Al 19’ è Sabelli a salvare il risultato, chiudendo miracolosamente su Di Carmine lanciato a rete da uno sciagurato retropassaggio di Improta. Nel miglior momento del Perugia il Bari cala il tris con Galano, che su punizione si inventa una parabola velenosa che beffa Rosati. Gli umbri provano a reagire con Bonaiuto, che al 29’ salta Micai ma conclude sull’esterno della rete. La fatica per il terreno di gioco pesante si fa sentire tra i 22 in campo e i ritmi inevitabilmente si abbassano, a vantaggio degli uomini di Grosso che controllano senza particolari affanni fino al triplice fischio. In classifica i biancorossi superano Parma e Frosinone e ritornano al secondo posto alle spalle del Palermo capolista.

Grosso: «Ritrovato lo spirito giusto»
«È stata una partita importante, le caratteristiche del campo non erano quelle che esaltavano il nostro modo di giocare, ma abbiamo ritrovato lo spirito giusto e messo tre punti da parte - ha spiegato Fabio Grosso davanti alle telecamere di Sky -. Adesso guardiamo avanti con grandissimo equilibrio, il campionato è talmente difficile che dobbiamo essere sempre presenti. Galano? Ha delle qualità rarissime, ma può fare ancora di più».

Il tabellino
Perugia-Bari 1-3

Perugia (4-4-2): Rosati; Del Prete, Dossena, Monaco, Pajac; Terrani (20’st Han), Colombatto, Bianco (29’st Mustacchio), Buonaiuto (37’st Bandinelli); Di Carmine, Cerri. In panchina: Santopadre, Nocchi, Coccolo, Casale, Volta, Belmonte, Frick, Bandinelli, Brighi. Allenatore: Breda.
Bari (4-3-3): Micai; Sabelli, Tonucci, Marrone, D’Elia; Tello, Basha, Iocolano (21’st. Busellato); Galano (38’st. Kozak), Nené, Improta. In panchina: De Lucia, Conti, Capradossi, Petriccione, Kozak, Brienza, Cassani, Salzano, Floro Flores, Fiamozzi, Diakhite. Allenatore: Grosso.

Arbitro: Di Paolo di Avezzano (assistenti Robilotta, Imperiale; quarto uomo Dionisi).
Reti: 21’pt e 26’st Galano, 33’pt Di Carmine, 41’pt Nené.
Note:Ammoniti: Tonucci e Nené. Angoli 4-2 per il Perugia. Recupero 1’+3’.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette