Il quarto turno

Addio alla coppa Italia, Bari sconfitto dal Sassuolo

Una prodezza di Politano in pieno recupero decide la partita. I biancorossi escono a testa alta

Calcio
Bari mercoledì 29 novembre 2017
di Nicola Palmiotto
Paolo Cannavro
Paolo Cannavro © LaPresse

Si ferma al quarto turno l’avventura del Bari in coppa Italia. I biancorossi sono stati sconfitti 2-1 dal Sassuolo. I minuti di recupero, che domenica scorsa avevano sorriso agli uomini di Grosso, stavolta si rivelano fatali. Infatti la sfida è decisa al 93’ da una prodezza di Politano, quando ormai i supplementari sembravano certi. Una sconfitta che però non fa male ai Galletti, che hanno dimostrato di poter reggere il confronto con una squadra di categoria superiore, guidando il gioco per lunghi tratti con buona personalità.

La prodezza di Politano manda agli ottavi il Sassuolo
Fabio Grosso rivoluziona l’undici titolare. Esordi per De Lucia tra i pali, Diakhite in difesa e Sabelli, al rientro dopo il lungo infortunio, sulla corsia di destra.

Il fattore campo è praticamente annullato dalla presenza di circa 600 tifosi biancorossi sugli spalti del Mapei Stadium di Reggio Emilia. L’avvio è tutto di marca barese. Al 2’ Pegolo svirgola un retropassaggio, poi però si riscatta respingendo la conclusione di Salzano e il tap-in di Iocolano. Dopo aver sbandato nei minuti iniziali il Sassuolo prende le misure e alza il proprio baricentro. Al 35’ i neroverdi passano in vantaggio. Diakithe sbaglia l’intervento permettendo a Ragusa di servire Falcinelli che fa secco De Lucia in diagonale. Il Bari prova a reagire con la solita fitta trama di passaggi, ma senza riuscire a creare pericoli dalle parti di Pegolo.

Sassuolo pericoloso anche ad inizio ripresa. Lirola crossa dalla destra, De Lucia sbaglia l’uscita, ma il tocco in acrobazia di Cassata finisce alto. Poco dopo l’arbitro Pillitteri annulla il gol del pareggio di Nené per un fuorigioco del centravanti brasiliano. Sul ribaltamento di fronte De Lucia respinge con i piedi la conclusione di Ragusa. Grosso manda in campo Kozak al posto di D’Elia, passando alla difesa a 4. Al 63’ rigore per il Bari: l’arbitro fischia un fallo di mano a Sensi su una incursione di Nené. Sul dischetto ci va lo stesso attaccante brasiliano che fa 1-1. Il Bari ci crede e prende in mano le redini del match. Al 70’ ci prova di testa Diakhite, ma la palla finisce alta. Dieci minuti dopo Kozak sfugge ad Acerbi, serve l’accorrente Nené che però spedisce a lato. Al 93’ però è De Lucia a fare il miracolo, deviando in corner una botta al volo di Berardi. Ma sugli sviluppi del seguente calcio d’angolo il portiere biancorosso nulla può sul potente sinistro di Politano, lasciato troppo libero di calciare, che s’infila nell’angolino. Agli ottavi di finale ci va il Sassuolo.

Il rammarico di Grosso
«È un peccato, ci siamo sfilacciati nel finale - ha spiegato Fabio Grosso davanti alle telecamere della Rai -. Però abbiamo fatto un’ottima gara contro una squadra importante. La coppa non può essere il nostro obiettivo, ma volevamo fare bene. La cosa più importante? I ragazzi che avevano giocato poco e che hanno risposto presente».

Il tabellino
Sassuolo-Bari 2-1

Sassuolo (4-4-3): Pegolo; Lirola, Goldaniga, Acerbi, Peluso; Cassata, Mazzitelli (74’ Missiroli), Sensi; Ragusa (64’ Berardi), Falcinelli, Politano. In panchina: Consigli, Marson, Magnanelli, Matri, Scamacca, Pierini, Gazzola, Berardi, Rogerio, Cannavaro. Allenatore: Iachini.
Bari (3-4-3): De Lucia; Diakhite, Capradossi, Cassani; Sabelli (87’ Scalera), Basha, Salzano, D’Elia (58’ Kozak); Iocolano (79’ Greco), Nené, Brienza. In panchina: Berardi, Conti, Floro Flores, Tello, Galano, Anderson, Improta, Busellato, Gyomber. Allenatore: Grosso.

Arbitro: Pillitteri di Palermo (assistenti La Rocca-Rossi; quarto uomo Aureliano).
Reti: 35’, Falcinelli, 63’ Nené rig., 93’ Politano.
Note: Ammoniti: Mazzitelli, Peluso, Cassata, Greco. Recupero 0’+3'.

Lascia il tuo commento
commenti