Serie B

Bari, quanti errori. Frosinone ringrazia

In svantaggio per un'autorete, i biancorossi rimontano e si portano sul 2-1. Ma poi subiscono il contrattacco dei laziali

Calcio
Bari sabato 16 settembre 2017
di Nicola Palmiotto
Frosinone-Bari 3-2
Frosinone-Bari 3-2 © n.c.

Il Bari fa e disfa e al Frosinone non resta che ringraziare e portare a casa tre punti facili facili. Infatti sul 3-2 finale pesano come macigni gli errori individuali commessi dagli uomini di Grosso. La terza sconfitta consecutiva in campionato è un altro schiaffo che brucia sulla pelle dei biancorossi, che vanno in svantaggio con un clamoroso autogol ma non si perdono d'animo; ribaltano la partita, costruiscono tante occasioni e si arrendono di fronte all'ennesimo infortunio difensivo. Giocare bene ma non raccogliere punti fa male e soprattutto alla lunga può lasciare strascichi nell'ambiente. Ma in fondo quella del gioco è anche la strada per risalire la china.

Un Bari a due facce
I tre impegni ravvicinati in campionato spingono Grosso a cambiare diverse pedine nell'undici titolare. Praticamente rivoluzionata la difesa: Cassani e D'Elia agiscono sulle corsie, Marrone e Gyomber è invece l'inedita coppia di centrali. Busellato conquista una maglia a centrocampo, mentre Floro Flores guida, per la prima volta in stagione, l'attacco insieme a Brienza e Improta.

Ennesimo avvio shock per il Bari. Al 5' i biancorossi sono già sotto per una sciagurata autorete di Cassani, che di testa in tuffo spedisce alle spalle di Micai un innocuo cross di Ciano dalla trequarti. Dopo il vantaggio il Frosinone si raccoglie nella propria metà campo ma il Bari non si perde d'animo e al 15' pareggia. Cassani avvia l'azione dalla destra, Floro Flores rifinisce di prima per Improta, che entra in area e buca Bardi. I biancorossi continuano a macinare gioco, sfruttando il lavoro del centravanti campano che è abile a far salire la squadra e poco prima della mezz'ora il Bari passa di nuovo. Micai rilancia velocemente l'azione tagliando fuori la prima linea del pressing ciociaro, Brienza vede l'inserimento di Tello che entra in area e viene atterrato da Bardi. Dal dischetto Improta realizza la doppietta personale. Il Bari però è tanto bello in attacco quanto inguardabile in difesa dove continuano a fioccare gli errori individuali. Come quello di Micai che al 30' si fa sfuggire un facile tiro-cross di Maiello, lasciando a Ciofani il più facile dei tap-in. Dopo il pareggio il Bari trova la forza per riversarsi in attacco, sfiorando a ripetizione il nuovo vantaggio. Al 40' Bardi toglie dall'incrocio una bordata dal limite di Brienza; un minuto dopo il portiere gialloblu si ripete opponendosi prima a Floro Flores e poi respingendo sulla linea un colpo di testa di Busellato.

Dopo i fuochi di artificio del primo tempo entrambe le squadre restano in attesa. In questi casi serve un episodio per sbloccare il punteggio, che infatti arriva puntuale al 26'. Micai respinge goffamente il tiro di Ciano, Gyomber devia la successiva conclusione di Ciofani e la sfera carambola sui piedi del liberissimo Sammarco, che realizza il comodo gol del 3-2. Il Bari come un pugile alle corde tenta una reazione disperata, ma Bardi vola ancora una volta sul bolide di Cissè, subentrato nel frattempo a D'Elia. Tra i biancorossi subentra la stanchezza e si moltiplicano gli errori in palleggio. Ne approfitta Citro che al 43' in contropiede rischia di firmare il poker dei laziali ma Micai gli sbarra la strada. In bocca ai tanti tifosi biancorossi presenti sugli spalti del Partenio di Avellino resta l'amarezza. Per fortuna martedì di gioca di nuovo.

Grosso: «Episodi determinanti, risultato difficile da commentare»
«Il risultato non rispecchia l'andamento della partita che è stata decisa dagli episodi - ha spiegato Grosso al termine della partita davanti alle telecamere di Sky -. Quello che è successo all'inizio avrebbe abbattuto anche un toro ma non ci siamo persi d'animo. Questo è un risultato difficile da commentare, noi dobbiamo essere bravi a migliorare in fretta ma questa prestazione mi rende fiducioso nel futuro».

Il tabellino
Frosinone-Bari 3-2

Frosinone (3-5-2): Bardi; Terranova, Ariaudo, Krajnc; M. Ciofani, Gori, Maiello (32'st Frara), Sammarco, Crivello; Ciano (38'st Citro), D. Ciofani. In panchina: Zappino, Vigorito, Russo, Besea, Beghetto, Volpe, Matarese. Allenatore: Longo
Bari (4-3-3): Micai; Cassani,Gyomber, Marrone, D'Elia (31'st Cissè); Tello, Basha (39'st Iocolano), Busellato; Improta, Floro Flores (24'st Nenè), Brienza. In panchina: Berardi, Capradossi, Tonucci, Petriccione, Anderson, Salzano, Morleo, Scalera, Fiamozzi. Allenatore: Grosso.

Arbitro: Rapuano di Rimini (assistenti Villa, Rossi)
Reti: 5' pt aut. Cassani, 15' pt e 29' pt rig. Improta, 30' pt Ciofani, 26' st Sammarco
Note: Ammoniti: Bardi, Improta, Ariaudo, Basha, Sammarco, Busellato, Citro. Recupero: 0'+ 5'.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette