Serie B2

Pharma Volley Giuliani, 3-2 all'Accademia Benevento

Le baresi hanno in pugno il terzo posto e tentano l’assalto al secondo

Altri Sport
Bari martedì 17 aprile 2018
di La Redazione
Pharma Volley Giuliani, 3-2 all'Accademia Benevento
Pharma Volley Giuliani, 3-2 all'Accademia Benevento © n.c.

C’è ancora da sudare per la Pharma Volley Giuliani Bari nel campionato di B2 femminile (girone H). È arrivata la nona vittoria consecutiva per le ragazze di coach Sarcinella: a farne le spese stavolta è Accademia Benevento, che strappa però un punto prezioso alla Pvg, arrendendosi solo al tie-break (3-2) dopo più di due ore di gioco. Binetti e compagne devono lottare fino alla fine per superare le avversarie fameliche di punti-salvezza, dando vita ad un match appassionante di grande spessore agonistico e tecnico.

La 23a giornata dice comunque bene alle baresi che, a 54 punti, allungano a +9 sulla quarta in classifica Divella Mesagne, sconfitta 3-2 ad Oria e contemporaneamente accorciano il distacco dalla seconda Assitec Sant’Elia, uscita sconfitta dal big match contro la capolista Real Volley Napoli, che conquista così la promozione diretta in B1. Pvg ha ormai in pugno il terzo posto e l’accesso ai playoff (manca solo l’aritmetica certezza) con la possibilità concreta di agguantare in extremis la seconda posizione nel girone, domenica prossima 22 aprile, nello scontro diretto sul campo del Sant’Elia.

La partita
Marcello Sarcinella si affida al consueto 6+1 composto da Alfieri al palleggio, Cariello opposta, in banda Liguori e Marasco, centrali Piemontese e Labianca, libero Minervini; coach Ruscello risponde con la diagonale Varricchio-Morgia, Viscito e Padua laterali, al centro Dell’Ermo e capitan De Cristofaro, libero Pisano.

Primo set in cui Accademia dimostra subito la sua fame di punti. Due volte Dell’Ermo da centro per il 3-7. Pvg è un po’ frastornata dall’inizio gara delle campane, ma con due mani-fuori di Marasco si riavvicina: 8-9. La potente fast della ex della partita Martina Labianca dà la sveglia alle compagne: 9-11. All’andata Benevento non poteva schierare l’infortunata Padua e la differenza si vede in campo. Le ospiti riprendono un netto vantaggio anche grazie a due discutibili decisioni arbitrali: 15-21. Pvg non si arrende e, prima con Labianca, poi con un morbido appoggio di Liguori si porta sul 19-23. Bomba della banda foggiana e primo tempo di Piemontese: Pvg si rifà sotto 21-23. Cariello di polso rimette il set in parità: 23-23. Primo tempo di Dell’Ermo e blockout di Padua che vanificano la rimonta barese: 23-25.

Pubblico ammutolito e sorpreso. Ma la reazione è da grande squadra. Benevento paga il grande sforzo fatto nella prima frazione. L’equilibrio regge fino all’ace di Padua del 7-7. Poi il set diventa un soliloquio della Pvg, che costringe Ruscello ad esaurire i time-out a sua disposizione. Un parziale di 12-0 fiaccherebbe le speranze di qualunque squadra, una macchina perfetta sparata a velocità massima: così Pvg si porta sul 19-7, il coach campano fa entrare Fioridi e Grillo al palleggio. Alfieri va a contrasto sotto rete: 23-9. Il primo tempo di Piemontese chiude il set sul 25-11.

Molto più combattuta la terza frazione. Labianca mette a terra il 7-7 dopo un salvataggio da applausi di Minervini. Liguori sbatte in faccia al Benevento il 12-9. Viscito due volte a punto per il 13-12. Spazio a Claudia Romanazzi in regia. Marasco non fallisce il colpo del 18-15. Ma Accademia ha ricominciato a difendere bene e rende la vita difficile alle attaccanti di casa. Diagonale ad alto tasso di difficoltà per Liguori che vale il 22-18. Ruscello fa ricorso a tutte le forze fresche a sua disposizione, ora tocca a D’Ambrosio e Fioridi. Due errori campani propiziano la fuga in avanti barese conclusa con il diagonale di Liguori: 25-19.

Il 2-1 fa tornare il sorriso ai tanti tifosi Pvg accorsi al Palacarbonara. Tanto equilibrio nel quarto set con attacchi e ottime difese da una parte e dall’altra della rete. Si gioca punto a punto fino al 15-15. Pvg tenta di strappare con il 18-15 firmato Liguori, ma Accademia torna sotto: 18-18. Lungolinea di Marasco: 21-18; ace di Dell’Ermo per il pari 21. Mani-fuori di Padua per il sorpasso campano, ci pensa Piemontese a riavvicinare le squadre: 22-23. Finale tra i più emozionanti visti al Palacarbonara con le ospiti che in questi frangenti si giocano le residue speranze di salvezza dando fondo ad ogni energia rimasta. Prima palla set annullata da Martina Labianca: 23-24. Il muro di capitan De Cristofaro regala il tanto agognato punto alle compagne: 23-25.

E’ il primo tie-break stagionale casalingo per la Pharma Giuliani. Dopo la battaglia disputata nel quarto set, Benevento soccombe alla voglia delle baresi di non lasciare altri punti alle rivali. Cariello e Piemontese concretizzano il 6-3. Liguori in lungolinea accresce il gap: 8-3 al cambio campo. Diagonale di Padua, cui risponde Labianca con il suo colpo prediletto, la fast del 9-4. Due errori Pvg ridanno fiato alle ospiti, ma il primo tempo di Piemontese porta al +4 (11-7). Muro di Dell’Ermo, ma due attacchi out e l’invasione finale del Benevento costruiscono il 15-8 finale che chiude una contesa dai toni a tratti epici.

Lascia il tuo commento
commenti