Il “remote control” invade la cucina e il forno si accende con un SMS

Gli italiani non vedono l'ora che la tecnologia invada le loro case

Bari - sabato 28 luglio 2012
©

Negli ultimi anni e con particolare riguardo allo sviluppo delle applicazioni per Android e Apple che ormai hanno letteralmente invaso il mondo degli smartphones, la tecnologia e i suoi preziosi derivati strizzano l’occhio alla demotica. Ebbene si, una ricerca portata a termine recentemente da Samsung e Highway su un campione rappresentativo di 1000 intervistati ha rivelato che gli italiani non vedono l’ora che il futuro e la tecnologia possa invadere le loro case: una eco-lavatrice che “sostiene” l’ambiente o un forno “parlante” che si sostituisca allo chef dando consigli e correggendo il tiro sulle modalità di condimento della ambita pietanza. Ma ovviamente siccome tutto questo non potrà rimanere per molto tempo una mera ambizione, occorre sapere che in tal senso la domotica – appunto – sta facendo passi da gigante. Un dato molto significativo della stessa ricerca di mercato ha rivelato come i soggetti over 55 siano paradossalmente quelli più interessati all’”affaire” tecnologico, spendendo spesso anche denari in riviste specializzate per rimanere al passo con i tempi; meno sensibile la fascia 25/34 anni in cui evidentemente la priorità di accendere un Tv led con un telefonino piuttosto che con un telecomando non è vissuta come tale.

Al di là delle divagazioni commerciali e delle considerazioni generali che potrebbero aprire una discussione infinita sull’utilizzo di nuovi strumenti applicati alla “casa da abitare e da vivere”, resta il fatto concreto che la demotica debba portare un vero miglioramento della qualità di vita, cercando di impattare sulle vite delle persone senza però invaderle.

In questo contesto qualche giorno fa Samsung – per intenderci la stessa azienda che guarda con occhio vigile tutte le abitudini dei suoi consumatori (e non solo) ha presentato con tanto di conferenza stampa AGA iTotal Control, un forno che si può controllare dallo smartphone grazie a una connessione Wi-Fi. Si tratta di un forno domestico proposto – non più in una versione inarrivabile e avveniristica; si accende e si spegne via SMS, attraverso una interfaccia WEB o con una App dedicata. E’ un forno unico e - mi perdoneranno la blasfemia – triino: dispone non solo del WIFI ma è dotato della propria sim card e di un proprio numero di telefono.

E’ un triplo forno; sicchè dalla vostra auto o prima di rientrare a casa dopo una intensa giornata di mare, basterà inviare un SMS, per accendere il tutto e a quel punto AGA vi risponderà con un SMS7 di conferma per segnalare la avvenuta esecuzione del comando.
Ma non è tutto; questo forno può essere controllato da una interfaccia WEB accessibile da smartphones, tablet o PC o da una App iOS o Android.

Insomma mai come in questo caso mi verrebbe da dire la tecnologia è servita!!

A proposito, quasi dimenticavo – il “fornetto AGA” costa solo 12.700,00 euro più 10 euro mensili di abbonamento per la SIM card che lo “governa”.


 

Altri articoli
Gli articoli più letti