LETZTALK: Paolo Amoruso

Una raccolta di poesie che alterna storie disperate a quelle ricche di speranza

Laura Bienna Letztalk!
Bari - giovedì 05 aprile 2012
L'intervista a Paolo Amoruso
L'intervista a Paolo Amoruso © Giovanni Paciello

Le statistiche dicono che il 50% degli italiani ha un libro nel cassetto, lui ne ha già due in libreria, a soli 16 anni. Difficile pensare oggi a un adolescente che preferisce la penna ai videogames o ai giochi in strada, ma lui ha avuto il coraggio di mettere nero su bianco le sue emozioni.  Si chiama Paolo Amoruso e ha pubblicato già un romanzo d’avventura, dal titolo “La signora dei Tulipani” e una raccolta di poesie dal titolo  “Piccole Storie Indaco”, dedicate, udite udite, ad Alda Merini, la poetessa dei Navigli che ci ha lasciati nel 2009, dopo una vita per nulla facile. E proprio in un momento difficile della sua vita, Paolo, ci dice di aver partorito questa raccolta che alterna le “storie” disperate a quelle ricche di speranza, alla ricerca della felicità. “Nello scrivere quelle parole, che nel loro insieme erano Poesia, sono riuscito a trovare la mia serenità, sono riuscito ad accettare quella tristezza originata dal male sconosciuto che dentro di me consumava pian piano il mio cuore fragile, diventando così finalmente un uomo”, ha detto di sé.

Mentre Andrea Salvatici, giornalista del Corriere della Sera e amico della Merini, ha detto di lui: “una giovanissima voce poetica potente e destabilizzante! I poeti Mario Luzi e Alda Merini avrebbero letto volentieri le poesie di Paolo. Adesso dobbiamo solo proteggerla questa necessaria e meravigliosa allodola. Ci sono troppi cacciatori invidiosi del suo volo poetico. Sono grato per avermi fatto scoprire un talento simile. Peccato, Alda non c'è più altrimenti le avrei presentato volentieri Paolo”.

Paolo è inoltre vincitore del concorso "Scrittura e Immagine" con il racconto Indaco e Diaspro, è curatore di un'agenzia letteraria che lo mette quotidianamente in contatto con autori emergenti e aspiranti scrittori, collabora con le Edizioni La Gru ed è parte della giuria per il concorso letterario "Una fiaba per sorridere."

Riprese e montaggio a cura di: Dominga Chimienti

 

Altri articoli
Gli articoli più letti