Il cellulare nuoce gravemente alla salute

Le sue radiazioni e i possibili effetti cancerogeni

Giuliano Di Blasi Controinformazione e Tecnologie
Bari - giovedì 29 marzo 2012
Il cellulare e i suoi possibili effetti cancerogeni
Il cellulare e i suoi possibili effetti cancerogeni © n. c.

Ormai tutti hanno un cellulare, alcuni studi statistici ne calcolano almeno uno a persona e quasi sei miliardi di apparecchi funzionano oggi sul nostro pianeta.

La storia del cellulare e’ però fittissima di misteri, di dubbi, che nessuno fin’ora ha mai avuto il coraggio di chiarire. Di certo la possibilità di colloquiare con persone – anche da un globo all’altro del pianeta - attraverso un apparecchio elettronico di media grandezza, non e’ il risultato di chissà quale magia; bensì e’ il risultato di anni di tecnologia, che racchiude in sé tanti pro, ma altrettanti contro.

La ricerca sviluppata finora, seppur sulla base di dati non ancora definitivi, ha rilevato sufficienti requisiti per ritenere le emissioni di radiazioni elettromagnetiche nocive all’uomo.

E’ infatti notizia recente quella della IARC – International Agency for Research on Cancer -  che, con il supporto dell’ OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità), ha incluso le radiazioni dei cellulari tra i possibili cancerogeni per il cervello, specie dopo i dieci anni di utilizzo.

Alcune Nazioni stanno già adottando un sistema di prevenzione: dal divieto di produrre pubblicità per la vendita di cellulari agli under 14, all’obbligo di una tabella riassuntiva che indichi le emissioni di radiazioni per i diversi modelli.

Anche in Italia il Ministero della Salute ha iniziato le sue indagini e dopo aver espresso un parere finale coerente con quello della IARC, ha convenuto sulla necessita’ di sensibilizzare l’uso del cellulare solo in casi di strettissima necessita’ (soprattutto per i bambini).

A questi rischi però corrisponde una sufficiente prevenzione: il consiglio e’ quello di allontanare quanto più possibile il contatto con la fonte di radiazione. L’utilizzo di auricolari (non bluetooth), o del vivavoce e’ strettamente consigliato.

Altri articoli
Gli articoli più letti