L'assise cittadina

Sedute di mattina per risparmiare? Il Consiglio dice no

Bocciata la proposta del presidente Di Rella

Politica
Bari martedì 02 gennaio 2018
di La Redazione
Pasquale Di Rella
Pasquale Di Rella © n.c.

La conferenza dei capigruppo in Consiglio comunale si è riunita oggi per programmare le sedute di gennaio.

È stata bocciata la proposta formulata dal presidente del Consiglio comunale, Pasquale Di Rella, di convocare 6 sedute consiliari, di cui 5 ordinarie e una dedicata al “Question Time” ogni lunedì e giovedì, dalle 9 alle 17.30.

La proposta era stata avanzata da Di Rella per ridurre i costi relativi al pagamento dello straordinario per il personale comunale, e, almeno in parte, il rimborso degli oneri retributivi e contributivi ai datori di lavoro privati.

Favorevoli alla proposta i consiglieri Ranieri (Area Popolare), Melchiorre (Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale), Caradonna (Gruppo Misto), Mangano (Movimento 5 Stelle). Contrari, i consiglieri Smaldone (Iniziativa Democratica – Sud al Centro), Anaclerio (Realtà Italia), Cascella (Decaro per Bari), Giannuzzi (Decaro Sindaco), Bronzini (Partito Democratico).

A maggioranza – favorevoli: Smaldone (Iniziativa Democratica – Sud al Centro), Anaclerio (Realtà Italia), Cascella (Decaro per Bari), Giannuzzi (Decaro Sindaco), Bronzini (Partito Democratico); contrari: Ranieri (Area Popolare), Melchiorre (Fratelli D’Italia – Alleanza Nazionale), Caradonna (Gruppo Misto), Mangano (Movimento 5 Stelle) - la conferenza ha deciso di svolgere una seduta consiliare di “Question Time”, il prossimo 15 gennaio, a partire dalle 16 e una seduta “ordinaria” il 22 gennaio, dalle 16.30 alle 21.

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette