Centrosinistra

Niente primarie nel Pd, Di Rella lascia il partito

Il presiende del Consiglio comunale entra nel Gruppo misto: «È l’anticamera di un addio all’impegno amministrativo, ma non a quello politico»

Politica
Bari venerdì 08 dicembre 2017
di La Redazione
Pasquale Di Rella
Pasquale Di Rella © n. c.

«Prendo atto che non c’è alcuna volontà di celebrare le primarie nel Partito Democratico per individuare “dal basso” almeno i candidati al Parlamento nei listini bloccati dei collegi plurinominali».

Questo il commento di Pasquale Di Rella, presidente del Consiglio comunale di Bari ed ex iscritto al Pd. Di Rella, nei giorni scorsi, sul tema aveva lanciato un appello, cui si era aggiunto quello dell’ex parlamentare Giusy Servodio.

«Coerentemente con quanto più volte affermato nelle scorse settimane, abbandono, pertanto, il partito ed il gruppo consiliare comunale del Pd e transito nel Gruppo misto» spiega Di Rella in una nota inviata dall'ufficio stampa del Comune di Bari.

«È l’anticamera di un addio all’impegno amministrativo, ma non a quello politico - commenta -. Non è indispensabile ricoprire un incarico amministrativo per esprimere idee ed elaborare proposte/progetti per servire la propria città: la politica sarà per sempre una passione indomabile. Non mi iscriverò ad alcun partito e terrò, ovviamente, una posizione di imparzialità e di terzietà nell’esercizio delle funzioni di presidente del Consiglio comunale di Bari».

«Lascio il Pd - che avevo contribuito a fondare in Puglia al fianco di Michele Emiliano - con tristezza e delusione e con l’amara consapevolezza che non è certamente il partito che sognavamo nel 2007. Altri si sono adattati o rassegnati; io, no» conclude Di Rella.

Lascia il tuo commento
commenti