Agenda

Versi, musica e arte. La poesia è in azione

Tutti i progetti che coinvolgono la poesia di Silvana Kühtz in Puglia e in Italia

Cultura
Bari giovedì 02 novembre 2017
di La Redazione
Tutti i progetti che coinvolgono la poesia di Silvana Kühtz in Puglia e in Italia
Tutti i progetti che coinvolgono la poesia di Silvana Kühtz in Puglia e in Italia © Andrea Semplici

Seminare la poesia laddove meno ce lo si aspetta: retrobottega, garage, pub per sfidare l’idea che la poesia sia noiosa. Mettere insieme ingredienti diversi tra loro come scienza, letteratura, azione e teatro per creare una ricetta nuova, originale e succulenta. Tutto servendosi di parole e musica.

Sono le caratteristiche del progetto Poesia In Azione, viaggio multidisciplinare tra le righe della poesia e le diverse forme d’arte. L’idea è di Silvana Kühtz, barese, dalla formazione scientifica e umanistica, docente all’Università della Basilicata, a Matera, autrice di libri di poesia e non solo. Dal 2008 conduce laboratori di lettura espressiva.

I prossimi appuntamenti con la poesia di Silvana Kühtz sono nei primi giorni di novembre. Il 3 novembre Silvana Kühtz leggerà le sue poesie accompagnata dal sax di Susanna Crociani in occasione dell’evento “Da Poppi ai Borghi Montani del Pratomagno”, un viaggio con immagini, parole e musica tra i borghi aretini del Pratomagno.

Sempre accompagnata dalla sassofonista fiorentina Susanna Crociani, il giorno successivo, il 4 novembre, Silvana Kühtz sarà protagonista del concerto sensoriale Il corpo sa tutto a Scandicci (Firenze).

I concerti sensoriali sono incontri in cui parola, musica e sensi si fondono e dialogano sullo stesso piano in maniera delicata e leggera. Vista, udito, gusto, olfatto, tatto: ogni senso è riattivato e stimolato grazie alla forza della poesia, che, da parola statica, inerte, relegata alla pagina scritta, torna a essere materia viva, calda, formidabile strumento per risvegliare parti del corpo e sensazioni sopite. Un modo nuovo e originale di riscoprire la poesia, ideato dalla stessa autrice. Il pubblico ad un certo punto viene bendato per vivere pienamente l’esperienza sensoriale.

In Puglia prossimamente due concerti sensoriali: Se mi parli mi colori a Putignano 4 dicembre 2017 Sinensis, sala da Tea, e Il corpo sa tutto il 16 dicembre spazio Alauda, Adelfia.

Un’altra occasione di commistione tra generi sarà il laboratorio Photoexperience condotto dal fotografo Giulio Spagone e da Silvana Kühtz. Il progetto esplora attraverso il mezzo fotografico, altre forme di espressione artistica come la danza, il teatro, la scrittura e la musica. L’obiettivo è quello di creare delle fotografie frutto sia del proprio immaginario estetico che concettuale, vivendole in prima persona. La fotografia è intesa prima di tutto come esperienza artistica, esigenza di comunicare a se stessi e agli altri il proprio concetto di bellezza. Si lavorerà attraverso l’autoritratto da un punto di vista fotografico e narrativo. L’appuntamento sarà a Bari, nel Centro Formazione Danza, via Salvemini 4. Si parte l’11 novembre, fino a metà febbraio con un grande evento di chiusura.

La lettura a voce alta è alla base degli incontri Un classico per amico che ogni mese al Caffè dei cento passi a Bari si susseguono. Il prossimo 10 novembre, ci si imbatterà nei grandi personaggi dell’Odissea, dell’Iliade e della Divina Commedia.

Poesia e fotografia ma anche racconto in musica, è To Be Or Not To Be…Bop, progetto poetico musicale di Silvana Kühtz con il pianista Andrea Gargiulo. Jazz anni 30 e non solo, riarrangiato da Andrea Gargiulo, per raccontare le storie di Billie Holliday, Chet Baker, Miles Davies, Thelonius Monk e tanti altri grandi jazzisti. Le parole di Silvana Kühtz raccontano attraverso la figura della mecenate Pannonica storie più o meno verosimili, episodi e incontri realmente accaduti o narrati nei libri della storia del jazz per ricreare quelle atmosfere e far rivivere un’era centrale in tutta la musica jazz che ne sarebbe seguita. Questo appuntamento con la parola in musica è al Laboratorio Urbano di Modugno il 17 novembre.

Voce che si espande in città lontane tra loro, ma unite da una parola. È l’idea di Clessidra, azioni urbane di lettura. Arrivato ormai all’ottava edizione, il gioco Clessidra, nato nel 2010, coinvolge molte persone di ogni età a Bari e provincia, ma anche a Matera, Maglie e anche due città Argentine.

Ogni mese si parte da una parola e ogni partecipante la declina a suo modo, usando immagini, disegni, colori, letture, musica e ogni tipo di strumento che possa essere utile a rappresentarla. «Questo è un gioco per avvicinare tutti alla lettura, alla condivisione, per andare fieri di uno sguardo di superficiespiega l’ideatrice Silvana Kühtz – per cogliere ciò che ognuno di noi vede in una parola e comunque andare oltre». Si gioca fin dal 17 dicembre 2010 ogni mese, una volta al mese, chiunque può partecipare (www.clessidrainazione.it). A novembre si gioca il 21, per sapere dove e per partecipare mandare una mail a info@poesiainazione.it

Silvana Kühtz ha vinto nel 2014 il premio salernitano Alfonso Gatto per la poesia, alla sua trentesima edizione, con la silloge inedita 30 giorni una Terra e una Casa, pubblicata poi dall’editore Campanotto di Udine. Finalista al premio InediTo, festival delle colline torinesi 2016 con una nuova silloge in cerca di editore. È convinta che la poesia sia per tutti.

Lascia il tuo commento
commenti