Agenti in azione

«Sono dipendente dal gioco d'azzardo». Polfer salva uomo dal suicidio

L'episodio è accaduto circa un mese fa. È solo uno dei numerosi casi di disagio psichico affrontato dagli agenti del Compartimento Puglia, Basilicata e Molise

Cronaca
Bari giovedì 14 giugno 2018
di La Redazione
Controlli Polfer su un treno
Controlli Polfer su un treno © n.c.

Continuano gli interventi degli agenti della Polizia ferroviaria in soccorso di persone in difficoltà. Una buona pratica, quella denominata "Sos Disagio psichico", riconosciuta a livello nazionale dal Ministero degli Interni.

Negli ultimi giorni, dopo la segnalazione di un capotreno, è stata rintracciata una donna, originaria della provincia di Foggia, che pronunciava frasi sconnesse. Gli agenti hanno instaurato, con non poche difficoltà, un dialogo con la donna, riuscendo a contattare la famiglia da cui si era allontanata.

Un altro caso ha riguardato un uomo allontanatosi da casa e affetto da “disturbo schizofrenico cronico ed insufficienza mentale grave”, che minacciava il suicidio. L'individuo è stato ricoverato in un presidio psichiatrico grazie all'intervento del 118, allertato dagli agenti Polfer in servizio nella stazione di Bari Centrale.

Il Compartimento Polfer di Puglia, Basilicata e Molise, infine, cita un terzo caso, accaduto circa un mese fa. Gli agenti hanno evitato il suicidio di un uomo, che dichiarava di soffrire di ludopatia, la piaga sociale della dipendenza dal gioco d'azzardo. L'uomo è stato rintracciato dagli agenti, di notte, fra i binari ed è stato ricoverato in un reparto psichiatrico.

Dall’inizio dell’anno, gli agenti del compartimento hanno rintracciato nel complesso 17 persone, di cui 12 minori.

Lascia il tuo commento
commenti