Carabinieri in azione

Armi e droga, sequestri al Libertà e Bari Vecchia

Arrestato 24enne. Scoperti 1,5 chili di marijuana, un chilo di hashish e 4 pistole

Cronaca
Bari martedì 13 marzo 2018
di La Redazione
I Carabinieri sequestrano armi e droga
I Carabinieri sequestrano armi e droga © n.c.

Negli ultimi tempi la città di Bari è stata teatro di vari fatti di sangue legati in larga parte ai precari equilibri dei gruppi criminali dei diversi quartieri e, per tali ragioni, il Comando provinciale dei Carabinieri ha disposto di intensificare i controlli nei quartieri più a rischio. I risultati non si sono fatti attendere.

Nella giornata di domenica, i militari del Nucleo operativo della compagnia di Bari Centro hanno arrestato un 24enne residente nel quartiere Libertà. Già sottoposto agli arresti domiciliari per il reato di estorsione, è stato trovato in possesso nella sua abitazione di una pistola calibro 7.63, munita di caricatore e 3 proiettili.

Il soggetto è stato notato mentre, affacciato sul balcone di casa, parlava con un giovane con precedenti in materia di stupefacenti, al quale avrebbe lanciato, pochi secondi dopo, un caricatore al cui interno erano presenti tre proiettili calibro 7.63. È, così, scattata una perquisizione domiciliare, con la scoperta dell'arma.

Il giovane è stato denunciato per detenzione illegale di munizionamento, mentre per il 24enne si sono aperte le porte del carcere, con l'accusa di detenzione illegale di arma comune da sparo.

I controlli a Bari Vecchia hanno portato ad altri sequestri. Qui i militari della stazione di Bari San Nicola hanno ispezionato un terrazzo condominiale e scoperto, all’interno di un gazebo abusivo adibito a palestra, un giubbotto antiproiettile con pannelli balistici professionali. Inoltre, all’interno di un boiler per la riserva dell’acqua, sono state rinvenute due buste contenenti circa 1.5 chili di marijuana, 10 panetti di hashish per un peso di un chilo, un bilancino di precisione e circa 300 bustine trasparenti, utilizzate per confezionare le singole dosi.

Ai militari non è, inoltre, sfuggiva la presenza di una piccola cassaforte murata, celata dietro una guaina bituminosa. All'interno, sono state recuperate 3 pistole pronte a essere utilizzate: una Zastava calibro 357 Magnum, con matricola abrasa, completa di caricatore e 4 cartucce; una semiautomatica Beretta 70 calibro 7.65 con 7 cartucce nel caricatore; una Beretta semiautomatica 98 calibro 9, anch’essa con matricola abrasa, munita di caricatore completo di 14 colpi.

La sostanza stupefacente sarà analizzata dal Lass, il Laboratorio analisi sostanze stupefacenti del Comando provinciale, per stabilirne il principio qualitativo e quantitativo. Le armi saranno sottoposte ad accertamenti balistici per verificarne l'eventuale utilizzo in altri episodi criminosi.

Sono in corso indagini per risalire ai proprietari di droga e pistole.

Lascia il tuo commento
commenti