Il lutto

Addio all'assessore Negro

È scomparso ieri all'età di 64 anni. Da titolare del Welfare alla Regione, aveva ideato il Reddito di dignità

Cronaca
Bari mercoledì 15 novembre 2017
di La Redazione
Salvatore Negro
Salvatore Negro © Tbs
Lutto nella politica regionale. È scomparso ieri all'età di 64 anni Salvatore Negro, assessore al Welfare della Regione Puglia e consigliere regionale eletto nelle fila dei Popolari.

Nonostante l'aggravarsi, negli ultimi tempi, della malattia Negro aveva scelto di rimanere impegnato con il suo lavoro sino all'ultimo giorno.

Nato il 2 gennaio 1953 a Muro Leccese (Lecce), era stato sindaco della sua città per due mandati, dal 1995 al 2004. È stato poi impegnato come vicepresidente nella Provincia di Lecce, fino al 2009. Nel 2010 è stato eletto per la prima volta nel Consiglio regionale nella lista Unione di Centro. È stato capogruppo dell'Udc in consiglio regionale e componente della terza Commissione consiliare (Servizi sociali) e della quarta (Sviluppo economico). Poi la riconferma in Consiglio e la nomina ad assessore al Welfare nella giunta regionale guidata da Michele Emiliano.

In segno di cordoglio la seduta del Consiglio regionale prevista ieri è stata rinviata a venerdì prossimo.

«Ci ha lasciato un uomo mite, onesto, generoso e competente, protagonista di tante battaglie a difesa della Puglia e dei pugliesi» queste le parole del presidente della Regione, Michele Emiliano. «Un compagno di lavoro straordinario, che ti entusiasmava. Soprattutto, aveva una sensibilità che gli consentiva di comprendere da assessore al Welfare anche le situazioni più complicate».

«È stato, insieme agli uffici competenti il padre del Red, il reddito di dignità. Sono certo che i valori che Totò ha contribuito a trasmettere con la sua testimonianza e il suo impegno civile non verranno dimenticati».

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette