Il caso

Palazzo di Giustizia, Stefanì e Sasanelli dal prefetto

I presidenti dell'Ordine degli Avvocati e della Camera Penale di Bari ha discusso dell'emergenza edilizia giudiziaria

Attualità
Bari mercoledì 13 giugno 2018
di La Redazione
Palazzo di Giustizia, Stefanì e Sasanelli dal prefetto
Palazzo di Giustizia, Stefanì e Sasanelli dal prefetto © n.c.

Il presidente del consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Bari, Giovanni Stefanì, insieme al presidente della Camera penale, Gaetano Sassanelli, ha incontrato ieri il prefetto di Bari, Marilisa Magno, sull'emergenza dell'edilizia giudiziaria.

«Al prefetto – conferma il presidente Stefanì - abbiamo ribadito il nostro fermo no a Modugno e la necessità di una decretazione d'urgenza per superare problemi relativi a destinazioni urbanistiche non appropriate di immobili confacenti alle esigenze della giustizia penale in città. Il prefetto ha assunto l'impegno di prospettare le nostre istanze al ministro, speriamo bene. Noi avvocati non vogliamo passare per coloro che non hanno fiducia nelle istituzioni, anche se sono ben 20 anni che aspettiamo una soluzione di questo problema, e già questo basterebbe per non averne più».

Stefanì, tornando sulle motivazioni che lo hanno indotto ad abbandonare i lavori della Conferenza permanente straordinaria in Corte d’Appello, sottolinea quello che definisce «un atteggiamento precipitoso e contraddittorio del Ministero, volto ad accelerare i tempi di un trasloco negli inadeguati immobili di Modugno e di via Brigata Bari».

«Il ministro ha detto chiaramente che sull’edilizia giudiziaria barese intende metterci la faccia; dunque auspichiamo che si occupi personalmente e in modo partecipato della vicenda».

Lascia il tuo commento
commenti