Lavori pubblici

Cinque milioni per rifare strade e marciapiedi

Centocinquanta cantieri in tutti i quartieri cittadini. Galasso: «Contiamo di partire in primavera»

Attualità
Bari mercoledì 04 gennaio 2017
di La Redazione
Cinque milioni per rifare strade e marciapiedi
Cinque milioni per rifare strade e marciapiedi © n.c.

Sono in pubblicazione, nella sezione Contratti e appalti del sito istituzionale del Comune, le gare relative ai lavori di riqualificazione per il miglioramento della circolazione stradale e la protezione dell’utenza debole delle strade cittadione.

Lo comunica l’assessore ai Lavori pubblici, Giuseppe Galasso.

I lavori consentiranno di realizzare il rifacimento di 150, tra strade e marciapiedi, in tutti i quartieri della città grazie ai 5 milioni di euro che per il secondo anno consecutivo vengono destinati alla manutenzione stradale.

Allo stato le procedure in pubblicazione, tutte in scadenza entro la prima metà di febbraio, riguardano il territorio dei Municipi I, III, IV e V. A queste si aggiunge la gara per il rifacimento dei marciapiedi di via Argiro, mentre quella per il rifacimento di strade e marciapiedi del II Municipio andrà in pubblicazione nelle prossime ore.

«Come previsto nell’ambito del piano triennale delle opere pubbliche 2017-2019, abbiamo confermato lo stanziamento di 5 milioni di euro per il secondo anno consecutivo per realizzare i lavori di riqualificazione di strade e marciapiedi cittadini - commenta Giuseppe Galasso -. Inoltre, quest’anno, siamo riusciti ad inserire 50 strade in più rispetto allo scorso anno e, in accordo con i municipi, abbiamo individuato circa 150 strade e marciapiedi su tutto il territorio cittadino, dando sempre priorità a quelle che presentano condizioni di degrado maggiori. In questo modo, nei cinque anni di mandato, contiamo di migliorare sensibilmente la condizione generale della viabilità cittadina, con un’attenzione particolare ai marciapiedi della città che saranno riqualificati con i nuovi mattoni già utilizzati in alcune zona della città. Contiamo di poter partire con i lavori effettivi per la prossima primavera in modo da avere il picco degli interventi nei mesi estivi, quando la circolazione delle auto è minore in modo da ridurre i disagi alla circolazione».

Lascia il tuo commento
commenti
I commenti degli utenti
  • raffaele falco ha scritto il 19 febbraio 2017 alle 19:47 :

    Speriamo, le strade cittadine sono diventate peggiori dei tratturi agricoli. E’ un indecenza Rispondi a raffaele falco

  • mimmo ha scritto il 04 gennaio 2017 alle 08:30 :

    sperando che il lavoro lo fanno bene, e non mettere le pezze come spesso avviene Rispondi a mimmo

Le più commentate
Le più lette