Trasporti

Emiliano incontra l’Alitalia: «Porte aperte a qualunque intesa»

La vicepresidente della compagnia aerea oggi in Regione

Politica
Bari giovedì 28 gennaio 2016
di La Redazione
Michele Emiliano © n.c.

La vicepresidente di Alitalia, Claudia Bugno, e il vicepresidente del network, Massimo Iraci, sono stati ricevuti stamattina in Regione dal presidente Michele Emiliano. Con lui anche il capo di Gabinetto, Claudio Stefanazzi.

«Abbiamo verificato un interesse della nuova Alitalia a tutto l’asset strategico costituito dalla Regione Puglia nel suo insieme – ha detto Emiliano al termine dell’incontro –; abbiamo fatto un esame complessivo non solo della questione turistica, ma anche industriale e legata alle organizzazioni internazionali presenti sul territorio. Abbiamo illustrato la capacità industriale della Puglia nel settore aeronautico e la presenza di un Politecnico che può fornire grande supporto a chi volesse immaginare la Puglia come un proprio punto operativo».

Dalla Regione la disponibilità «non solo ad Alitalia, ma a qualunque compagnia a parità di condizioni», di valutare l’opportunità di intraprendere «politiche di promozione del territorio pugliese anche in connessione a quelle che sono le linee del governo nazionale sulla promozione dell’Italia nel mondo, e al lavoro che il governo sta facendo presso l’Unione europea per rivedere e rinegoziare le regole attinenti il sostegno dello Stato ad attività di promozione turistica sul territorio italiano».

«Abbiamo dunque lasciato aperta una porta a qualunque tipo di intesa - ha spiegato Emiliano - e mi auguro che Alitalia, che ci ha chiesto questo incontro, al più presto ci faccia conoscere le sue proposte per la Puglia. Questo è stato il primo incontro per riconnettere le relazioni con una società totalmente nuova rispetto alla precedente. Mi aspetto dalla nuova Alitalia che diventi partner della puglia a 360 gradi, anche al di là della promozione turistica, essendo un soggetto che ha un legame col territorio molto forte. Abbiamo presentato la Puglia in tutti i suoi asset e punti di forza, perché se ci sarà da investire, le possibilità sono molteplici. Questo ragionamento vale per ogni altra compagnia aerea».

Emiliano ha inoltre ribadito il ruolo «positivo» di Ryanair svolto in questi anni. «I risultati ottenuti sono fuori discussione» precisa la Regione, ribadendo che «il contratto di promozione turistica per Bari e Brindisi tra Aeroporti di Puglia e Ryanair è definitivo e dura 5 anni».

«Il modello Ryanair può convivere dunque con altri modelli che possono essere aggiunti compatibilmente con le nostre possibilità» ha commentato il presidente. «Se l’investimento sui voli dovesse dare un ritorno più che proporzionale rispetto all’investimento saremmo fuori dal concetto di aiuti di Stato. Se la questione venisse risolta a livello nazionale ed europeo sarebbe meglio, perché l’attuale quadro normativo lascia molte incertezze».
 

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette