Burocrazia

IV Municipio, le commissioni non vanno in vacanza. I 5 Stelle: «Riunioni inutili e inopportune»

Lavori convocati anche il 31 dicembre: circa 26 gettoni di presenza per un totale di quasi mille euro lordi

Politica
Bari giovedì 07 gennaio 2016
di La Redazione
Il centro storico di Loseto © n.c.

Ordini del giorno che «non rivestivano alcun carattere di urgenza». Eppure la macchina burocratica del IV Municipio - che racchiude i terrtorio di Carbonara, Ceglie e Loseto - è andata avanti, sfornando riunioni di commissione dal 28 dicembre al 5 gennaio.

Adesso il Movimento 5 stelle chiede spiegazioni, e lo fa con il consigliere municipale Vito Saliano. Il grillino aveva proposto la sospensione delle riunioni, ritenendole «inutili ed inopportune», ma maggioranza e presidente hanno risposto "no".

Ma di cosa ha discusso la Prima commissione? Lo svela Saliano: analizzando i verbali ci si imbatte, per cominciare, nell'ordine del giorno “Comunicazioni” «sia il 28-29-30-31 dicembre 2015 che il 4 gennaio 2016».

«Durante tali commissioni - denuncia il pentastellato - sono stati comunicati sviluppi sul confezionamento-distribuzione dei doni raccolti da devolvere in beneficienza, sono state ricordate ai consiglieri le date (già note) di manifestazioni sul territorio esprimendo giudizi in merito e sono state più volte richieste le dimissioni del presidente della commissione per risolvere lo stallo produttivo».

«Due commissioni - aggiunge - hanno visto ordini del giorno differenti: il 29 dicembre 2015 si doveva discutere anche della "Istituzioni del comitato di controllo del palazzetto" ma si è rimandato alla “prossima seduta”; il 5 gennaio 2016 con “Progetto scolarizzazione bambini Rom” un consigliere di minoranza ha fatto rilevare il solito “agire” del Comune senza informare e coinvolgere il Municipio sulle materie sociali di grande impatto».

Circa 26 gettoni di presenza, quasi mille euro lordi il costo delle riunioni.
 

Lascia il tuo commento
Le più commentate
Le più lette