Alloggi

Emergenza abitativa, pubblico e privato fanno rete

Presentata ieri l’Agenzia per la casa. Dal 2007 al 2014 i procedimenti di sfratti per morosità incolpevole sono aumenti del 280%

Politica
Bari mercoledì 06 gennaio 2016
di La Redazione
Presentata in Comune l'Agenzia per la casa
Presentata in Comune l'Agenzia per la casa © n.c.

Con il nuovo anno debutta l’Agenzia per la casa, lo strumento istituito ufficialmente dalla giunta comunale il 30 dicembre scorso per coordinare le politiche dell’abitare sul territorio cittadino.

Ieri la presentazione in Comune. Con il sindaco, Antonio Decaro, e il suo vice, l'assessore al Patrimonio e Erp, Vincenzo Brandi, sono intervenuti anche l’assessore regionale all’Urbanistica e politiche abitative, Anna Maria Curcuruto, il segretario regionale del Sunia, Nicola Zambetti e il direttore di Arca Puglia, Sabino Lupelli.

«L’Agenzia per la Casa - ha dichiarato Decaro - intende mettere a sistema tutte quelle attività che il Comune e i diversi soggetti pubblici e privati impegnati sul fronte delle politiche abitative già portano avanti per contrastare il fenomeno dell’emergenza abitativa che, a causa di un peggioramento complessivo delle condizioni socio-economiche della popolazione negli ultimi anni, si è fortemente accentuata»

«Dal 2007 al 2014 - ha illustrato il primo cittadino - i procedimenti di sfratti per morosità incolpevole sono aumenti del 280%. In questi mesi abbiamo messo in campo una serie di iniziative per rispondere al bisogno esistente e per sostenere l’incrocio della domanda con l’offerta. Va in questa direzione la scelta di abbassare l’Imu sulla seconda casa, e l’impegno del Comitato per l’emergenza abitativa che in questi mesi ha assegnato 13 alloggi a nuclei familiari in grave difficoltà, come pure i contributi per la morosità incolpevole erogati per la prima volta nel corso di quest’anno».

L’Agenzia per la Casa sarà utile a diversificare l’intervento pubblico sulle politiche dell’abitare (663 i nuovi alloggi popolari nei prossimi anni) e i contributi a sostegno della locazione. Saranno sperimentate anche nuove forme di housig sociale, con il coinvolgimento dei soggetti privati per la definizione di un piano di affitti a canoni calmierati.

«L’Agenzia ci permetterà inoltre di farci garanti nei confronti degli istituti di credito per le giovani famiglie o per chi ha perso temporaneamente il lavoro e non riesce più a pagare il mutuo» ha aggiunto il sindaco.

Si partirà da una dotazione di 10 milioni di euro derivanti dal Pon Metro e dai contributi della Regione Puglia.

Un sistema informatico incrocerà i dati in possesso delle diverse componenti dell’agenzia, consentendo di monitorare costantemente il bisogno e la disponibilità esistenti. Entro un paio di mesi sarà attivo uno sportello. Si sta anche lavorando per rendere disponibile, già dalla pubblicazione del prossimo bando per la redazione dell’elenco degli aventi diritto ad alloggi Erp, una scheda online che aiuti i richiedenti a compilare la domanda senza incorrere in quegli errori materiali che rischiano di compromettere la procedura.
 

Lascia il tuo commento
commenti
Le più commentate
Le più lette