Social

Bari - giovedì 14 gennaio 2016 Cronaca

L'inchiesta

Inchiesta Petruzzelli, gli arrestati non rispondono

Nessuna dichiarazione da Longo, Delle Noci, Losito, Armenise e Mele. Il direttore amministrativo è stato sospeso dalla Fondazione

I cinque arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere © n.c.
di La Redazione

Si sono avvalsi della facoltà di non rispondere i cinque arrestati nell'inchiesta della Procura di Bari sui presunti appalti truccati al Teatro Petruzzelli.

Nessuna dichiarazione pronunciata dinanzi al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Bari, Gianluca Anglana, e al sostituto procuratore Fabio Buquicchio, da parte di Vito Longo, direttore amministrativo della Fondazione, e dei quattro imprenditori - l'amministratore-gestore della Crescendo Sistemi srl, Franco Mele, l'amministratore-gestore di Suono luce Service srl, Nicola Losito, il titolare della Scav, Vito Armenise e il socio-gestore della cooperativa Chiarissima, Giacomo Delle Noci.

I cinque son accusati di corruzione aggravata e turbativa d'asta.

Parallelamente all'inchiesta, è stata avviata anche una procedura disciplinare nei confronti di Longo, sospeso dall'incarico. Lo hanno annunciato questa mattina il sovrintendete Massimo Biscardi e il presidente della Fondazione, Gianrico Carofiglio.

Sul tavolo della Fondazione anche la possibilità di interrompere i contratti di fornitura con le imprese coinvolte nella vicenda penale.
 

Lascia il tuo commento
La pubblicazione dei commenti deve rispettare alcune Regole di buon costume e rispetto nei confronti degli altri
Clicca qui per maggiori dettagli
Commenta
  • Violano la legge sulla stampa
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Sono scritti in chiave denigratoria
  • Contengono offese alle istituzioni o alla religione di qualunque fede
  • Incitano alla violenza e alla commissione di reati
  • Contengono messaggi di razzismo o di ogni apologia dell’inferiorità o superiorità di una razza, popolo o cultura rispetto ad altre
  • Contengono messaggi osceni o link a siti vietati ai minori
  • Includono materiale coperto da copyright e violano le leggi sul diritto d’autore
  • Contengono messaggi pubblicitari, promozionali, catene di S. Antonio e segnalazioni di indirizzi di siti web non inerenti agli argomenti trattati
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono.
Chiudi Non visualizzare di nuovo