“IL PAZIENTE, LA PERSONA E IL MEDICO DI… FAMIGLIA”

redazione press LiveYou - Attualità
Bari - lunedì 27 novembre 2017
“IL PAZIENTE, LA PERSONA E IL MEDICO DI… FAMIGLIA”

SE NE PARLERÀ A BARI, VENERDÌ 1 DICEMBRE, IN UN’INTERESSANTE TAVOLA ROTONDA ORGANIZZATA DALLA FNP CISL.

Il rapporto di fiducia tra paziente e medico di famiglia al centro dell’interessante tavola rotonda dal titolo “Il paziente, la persona e il medico di… famiglia”, organizzata da FNP Cisl Bari, in collaborazione con Anteas Bari e Cisl Bari, in programma venerdì 1 Dicembre, a partire dalle 9:30 all’Hotel Palace di Bari.

Parteciperanno ai lavori moderati dal giornalista Piero Ricci: il Dott. Giovanni CAMPOBASSO Dir. Sanità Puglia, il Dott. Filippo ANELLI Presidente dell’Ordine dei Medici, il Dott. Vito MONTANARO Direttore Generale ASL BARI, il Dott. Ottavio NARRACCI Direttore Generale ASL BAT, Sen. Luigi D’AMBROSIO LETTIERI Presidente Ordine dei Farmacisti, il Dott. Alessandro CATUCCI Medico di Base, Enzo LEZZI Segretario Cisl Regionale. Intervengono: Domenico LIANTONIO Segretario Generale FNP CISL Bari, Antonio CAVAZZONI Presidente Anteas Bari, Antonio TADDEO Segretario Generale FNP CISL PUGLIA, Giuseppe BOCCUZZI Segretario Generale CISL Bari.

Un’interessante opportunità per riflettere sul delicatissimo, ma fondamentale rapporto tra il paziente ed il medico di base, un’utile risorsa messa a disposizione ai cittadini dal Servizio Sanitario Nazionale. Una prima interfaccia ‘familiare’ e con cui si è a proprio agio, con la quale confrontarsi già da subito nel momento in cui si prende atto di non star bene e che può dare al paziente indicazioni fondamentali sulle prime cure utili da attuare o indirizzarlo con cognizione di causa verso la struttura o il tipo di specialista opportuno.

Un rapporto che si fa molto più stretto e confidenziale col passare del tempo: la perdita di autonomia e i problemi di salute, infatti, aumentano con l’avanzare dell’età, tanto che il medico di famiglia rappresenta, nell’ambito delle figure mediche, quella di maggiore fiducia.

Un prezioso punto di riferimento anche per la sanità locale che, grazie a lui, filtra l’afflusso verso le strutture specialistiche seguendo criteri come quelli di necessità, urgenza e pertinenza.

Il medico di famiglia, o medico di base, rappresenta il primo anello che unisce il cittadino al sistema sanitario pubblico. Il paziente deve sentirsi a proprio agio e non provare imbarazzo nell’esporre i suoi problemi. Inoltre, deve essere certo che il proprio medico agisca nel rispetto della privacy. Negli ultimi anni è notevolmente mutato il rapporto, ed è invece importante che si ricrei una certa empatia con il medico di base, che deve ben conoscere e capire la personalità del paziente che può essere più o meno apprensivo, in relazione allo stato di salute. Il coinvolgimento del medico di base è imprescindibile e fondamentale.

Altri articoli
Gli articoli più commentati
Gli articoli più letti